Un incentivo economico per ridurre il disagio degli operatori dell’ospedale Sant’Anna coinvolti nel piano di gestione del sovraffollamento causato dal picco influenzale.

Emergenza influenza incentivi economici per gli operatori del Sant’Anna

E’ il risultato dell’accordo integrativo sottoscritto dall’Asst Lariana con le Organizzazioni Sindacali deliberato oggi. Il provvedimento riguarda 150 lavoratori (124 infermieri e 26 Oss-Ota) delle Degenze Mediche 1, 2 e 3 e della Degenza Chirurgica 2 per l’assistenza, garantita da turni aggiuntivi, dei pazienti degenti nei posti letto attivati nella struttura di San Fermo della Battaglia per far fronte alla necessità di ricoveri nel momento di maggior diffusione del virus, e in particolare per il periodo che va dal 14 gennaio e fino al 9 marzo. L’Asst Lariana, che riconoscerà anche gli straordinari per i turni aggiuntivi, ha messo a disposizione incentivi per 20mila euro.

Questo provvedimento segue a un’altra decisione che riguarda l’area dell’Emergenza-Urgenza. L’Azienda nei giorni scorsi ha unificato le équipe del comparto sanitario del Pronto Soccorso Generale, Pediatrico, Sala Gessi del Sant’Anna con quella della Medicina per Acuti-Obi (Osservazione breve intensiva) in modo da estendere l’indennità specifica contrattuale prevista finora solo per la Medicina per Acuti-Obi con retroattività dal primo gennaio di quest’anno.

“Risultati importanti”

Il direttore generale di Asst Lariana Banfi, l’RSU e le Organizzazioni Sindacali sottolineano: “Questi sono due importanti risultati ottenuti a seguito della trattativa sindacale del 23 gennaio scorso che riguardano la gestione dell’iperafflusso causato dal picco influenzale. La Direzione e la RSU hanno evidenziato l’opportunità di riconoscere la valorizzazione del personale delle degenze coinvolte nel progetto e, più in generale, del Pronto Soccorso di San Fermo. In questo caso si tratta di un riconoscimento dell’impegno non solo circoscritto a situazioni stagionali di iperafflusso ma anche di quello profuso durante tutto l’anno e a fronte del progressivo aumento degli accessi e dell’attività”.

Leggi anche:  Biglietto unico integrato Milano e provincia, slitta a luglio la riforma

“Questa nuova fase delle relazioni sindacali – concludono Banfi, l’RSU e le Organizzazioni Sindacali – sta di fatto risolvendo lo stato di agitazione del personale apertosi con il tavolo prefettizio il 26 novembre 2018, ponendo anche le basi per l’avvio di un percorso finalizzato ad attenuare lo stato di disagio più volte lamentato dai lavoratori della Asst Lariana”.