Fiera Sant’Antonio: la festa quasi secolare di Erba Alta è a un importante giro di boa. Il comitato si è sciolto e a organizzarla quest’anno saranno il Comune e la parrocchia di Buccinigo.

Fiera Sant’Antonio: “anno zero” per i nuovi organizzatori

Dopo 97 anni di onorato servizio si è sciolto il Comitato Fiera di Sant’Antonio. I motivi sono presto detti: assenza di cambio generazionale e problemi di salute del presidente storico, Enrico Gafforelli, impegnato nel comitato da oltre 50 anni e presidente da 17. “L’impegno era davvero diventato troppo gravoso”, hanno sottolineato Gafforelli e il suo vice, Angelo Castiglioni. Da qui la decisione di sciogliere il comitato e fare presente la cosa in Comune. Amministrazione comunale e parrocchia di Buccinigo (a cui fa capo la chiesa di Santa Maria degli Angeli) sono infatti gli altri due attori che da sempre hanno collaborato alla realizzazione della fiera e che ora continueranno a portare avanti la tradizione.

La fiera parte comunque domenica

Nonostante le innegabili difficoltà organizzative la fiera apre i battenti questa domenica. “Ci siamo impegnati tra Comune e parrocchia a organizzare un programma in linea con gli altri anni”, ha sottolineato il presidente del Consiglio, Matteo Redaelli. “Il Comitato ci ha comunicato la decisione in ottobre e non è stato facile in questo poco tempo. Organizzare la Fiera di Sant’Antonio è davvero impegnativo. Per l’anno prossimo cercheremo di fare meglio e coinvolgere anche altri cittadini”.

Leggi anche:  Donne Impresa Confartigianato premiata estetista di Pontelambro

Il programma

Domenica 14 gennaio dalle 9 bancarelle e parco dei divertimenti. Alle 10 messa solenne con levata processionale di un’ottantina di confraternite. Presente il gruppo campanari di Bergamo. Benedizione di pane e sale e sfilata e benedizione di 90 trattori a cura del club Amarcord di Ponte Lambro di Pasquale Lione. Alle 14.30 devozioni e bacio della reliquia. Alle 17 messa. I festeggiamenti continueranno poi mercoledì 17, giorno del santo, la sera con l’esibizione del Gruppo vocale Città di Erba e il tradizionale falò del purcell. Si chiude domenica 21 gennaio.