Fusione, la Regione dà l’ok definitivo al nuovo Comune Solbiate con Cagno.

Fusione, l’intervento del consigliere Orsenigo

Il Consiglio regionale della Lombardia ha votato l’istituzione, attraverso la fusione, del Comune di Solbiate con Cagno che d’ora in poi si chiamerà proprio in questo modo. “Soddisfazione per il risultato ottenuto grazie al percorso intrapreso da un sindaco giovane e lungimirante come Federico Broggi”: così Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, che è intervenuto in Aula durante la discussione. Orsenigo ha voluto ricordare che “il referendum consultivo, tenuto lo scorso giugno, ha visto il 50% della popolazione di Solbiate recarsi alle urne e il 73% esprimersi a favore del processo di fusione con il Comune di Cagno, dove il risultato si è attestato sul 75% dei favorevoli. L’1 gennaio 2019 nascerà ufficialmente il Comune di Solbiate con Cagno, ma, riprendendo le parole del sindaco Broggi, vorrei sottolineare come questa sia una vittoria della cittadinanza, un risultato della gente, di chi ha scelto l’impegno, di chi ha scelto di leggere, di informarsi, di partecipare e lavorare. In tempi così difficili, le Amministrazioni comunali sono riuscite a far politica insieme ai cittadini. Ed è stata una politica bella, non fatta di insulti e aggressioni verbali, ma di discussione, di partecipazione e di confronto”.

Leggi anche:  Lunedì al via i lavori in piazza Garibaldi: ecco la viabilità alternativa

Perché dire sì alle fusioni

Il consigliere Pd ha ribadito, inoltre, “quanto siano importanti le fusioni tra Comuni che, soprattutto in tempi come questi, non solo mettono a disposizione servizi condivisi, ma garantiscono più risorse. In tutto ciò, Regione Lombardia deve fare la sua parte. E, per quanto ci riguarda, come Pd nel bilancio di previsione regionale chiederemo di prevedere incentivi proprio per i Comuni che decidono di andare a fusione”.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU