Per i pazienti che vengono dimessi dai reparti di Geriatria e Cure Subacute dell’ospedale Sant’Anna di Como e con patologie che consentono loro di essere trasportati con facilità, è stato aperto un apposito ambulatorio. A distanza di due mesi dalla sua attivazione – il servizio è in funzione dallo scorso luglio, tutti i venerdì dalle 13.30 alle 17.30 – si traccia un primo bilancio.

Geriatria al Sant’Anna un ambulatorio che si prende cura dei pazienti dimessi

“L’obiettivo – spiega Domenico Pellegrino, direttore del Dipartimento di Medicina, nonché primario di Geriatria – è garantire un adeguato controllo e monitoraggio clinico, il cosiddetto follow-up, delle problematiche che hanno portato al ricovero ospedaliero. Se necessario viene offerto un ulteriore supporto alla continuità ospedale-territorio, cruciale, in particolare nel soggetto anziano fragile. I primi risultati sono più che positivi ed incoraggianti”. L’attività dell’ambulatorio prevede la programmazione di sette visite, suddivise tra quattro cosiddetti primi accessi e tre successivi controlli e ad oggi sono già stati visitati 43 pazienti. Con il ritorno a casa è possibile che possano verificarsi modifiche dello stato di salute ed è quindi fondamentale poter provvedere, in maniera tempestiva ed adeguata, con le opportune modifiche terapeutiche. “Gli anziani, soprattutto, vogliamo che non si sentano soli – aggiunge Pellegrino – e che sappiano che c’è qualcuno che continua a prendersi cura di loro”. Il primo appuntamento è programmato all’atto della dimissione dal reparto ed in genere la visita viene eseguita a distanza di un mese circa o comunque in tempistiche compatibili con le necessità cliniche del paziente.