La Giornata Mondiale dell’Acqua è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all’interno delle direttive dell’agenda 21, risultato della conferenza di Rio.

Giornata Mondiale dell’Acqua incontro con gli studenti

Venerdì 22 marzo, a partire dalle 9, all’istituto secondario di primo grado “Luigi Carluccio” di via Alessandro Volta 13, di Grandate, si terrà un incontro sul tema. Sarà una chiacchierata didattica riguardo al nostro lago. Ci sarà poi un collegamento in diretta con un sub immerso nel lago di Como con possibilità di interazione con gli studenti durante l’immersione. I relatori saranno Silvia Vaccani e Roberto Vignarca della Federazione italiana canottaggio sedile fisso. Poi Enzo Molinari e Mauro Ripamonti del Diving Center Como.

La ricorrenza

Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all’interno dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati alla promozione dell’acqua promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi. Con la coordinazione del dipartimento degli affari sociali e economici dell’ONU, la giornata internazionale dell’acqua 2005 determinò l’inizio di una seconda decade internazionale delle Nazioni Unite dedicata alle azioni per l’acqua. Oltre gli Stati membri del Palazzo di Vetro, dal 2005 anche una serie di Organizzazioni Non Governative hanno utilizzato tale giornata come momento per sensibilizzare l’attenzione del pubblico sulla critica questione dell’acqua nella nostra era, con occhio di riguardo all’accesso all’acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici.

Leggi anche:  Domani arriva il Giro d'Italia 2019 a Como: la viabilità

Ogni tre anni, a partire dal 1997, il World Water Council, organismo non governativo internazionale creato nel 1996 come piattaforma degli organismi internazionali e specialisti nel settore dell’acqua, con uno status consultivo speciale loro attribuito da Unesco ed Ecosoc, convoca un World Water Forum (Forum sull’acqua) per raccogliere i contributi e dibattere intorno agli attuali problemi locali, regionali e globali, problemi che non possono essere risolti senza un accordo quadro con obiettivi e strategie comuni. All’incontro del 2012 a Marsiglia hanno preso parte oltre 140 delegazioni ministeriali e più di 180 paesi rappresentati, tra cui l’Italia. L’ultimo incontro dal tema “acqua e sviluppo sostenibile”è stato quello del 2015 a Daegu-Gyeongbuk in Corea del Sud.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU