In seguito all’unanimità in Commissione Finanze sulla nuova disciplina, è stato approvato l’emendamento che punta al rilancio dei PIR (piani individuali di risparmio) puntando anche sulle piccolissime imprese. Una buona notizia, quindi, anche per le aziende locali di Como, Lecco e Sondrio che riscontreranno numerosi vantaggi da questo strumento: infatti, potranno avere uno slancio maggiore per il proprio sviluppo e finanziamento.

Giovanni Currò (M5S): “Rilancio PIR come vantaggio per le imprese di Como, Lecco e Sondrio”

Il commento dell’onorevole Giovanni Currò, deputato 5 Stelle della Commissione Finanze: “Dopo un confronto costruttivo con tutte le forze politiche abbiamo raggiunto l’unanimità sulla nuova disciplina dei PIR, uno strumento che consentirà alle piccole, piccolissime e medie imprese di reperire capitali per fare investimenti. Parliamo di ingente liquidità che potrà finalmente raggiungere le imprese. Sono davvero orgoglioso del lavoro svolto da tutte le forze politiche, sintomo che quando ci si concentra tutti sul lavoro non ci sono barriere ideologiche che tengano. Avanti così”.

Leggi anche:  Gruppo "Autoscatto", iscrizioni aperte al corso di fotografia

I dati nazionali dicono che su una massa attuale di fondi PIR di 18 miliardi, che ricomincerà a crescere, l’investimento diretto è oltre i 600 milioni (che crescerà con la nuova raccolta).