Dopo “i sassi di Matera” arrivano “i sassi di Erba”. “Diamo tempo al tempo e saranno altrettanto famosi”, scherza Antonio Zoia, per tutti “zio Toni”, che ha avuto l’idea.

“I sassi di Erba” le opere in mostra all’Opificio Zappa

L’uomo, che nella vita ha fatto tanti lavori, molto diversi tra loro, e a cui non sono mai mancate inventiva e buone idee, negli ultimi 8 anni circa ha gestito il locale di via Zappa, conosciuto proprio da tutti come “Da zio Toni”. Poi la decisione di chiudere e di portare avanti la passione per l’arte e i mercatini e la voglia di continuare a lanciare idee nuove. Così, quasi per scherzo, ha cominciato a far girare un volantino che recita “I sassi di Erba li dipingi tu! Le tue opere artistiche in mostra senza impegno, gratis: dipingi le pietre di fiume che trovi in giro o che puoi acquistare presso i fioristi e consegnale all’Opificio Zappa. Saranno esposte e potranno essere ammirate da tutti”. In poco tempo sono già arrivati una ventina di sassi, dai più semplici alle vere e proprie opere d’arte.

Leggi anche:  Domani prevista neve, Lurate Caccivio invita i cittadini a spalare

L’intervista integrale sul Giornale di Erba da sabato 30 novembre in edicola
DA CELLULARE, SCARICA LA APP DEL GIORNALE PER SFOGLIARE L’EDIZIONE e da Pc clicca qui