Sta bene Agostino Conconi, presidente dell’associazione volontari di Penna Nera a Mariano Comense, dopo che lo scorso 29 aprile è stato colto da un infarto mentre si trovava in autostrada, all’altezza di Brescia. È stato operato e quel grande spavento può finalmente metterselo alle spalle.

Il malore al presidente non ferma l’evento

Proprio in quei giorni l’uomo, che è anche ex presidente del Consorzio agrario di Mariano Comense, stava preparando l’organizzazione di un evento benefico a sostegno della cooperativa sociale marianese con i classici banchetti per la vendita di fiori che ogni anno, in occasione della festa della mamma, permettono alla Penna Nera di raccogliere fondi. Il suo stop e il ricovero forzato all’ospedale di Brescia non hanno però fermato l’iniziativa che è andata in scena domenica 12 maggio. “Ornella Proserpio (vice presidente dei volontari di Penna Nera) e Gabriele Colzani hanno preso in mano la situazione chiamando a raccolta i giardinieri”, ci ha spiegato lo stesso Conconi, che ha comunque trovato le forze di coordinare l’evento e informarsi su tutti gli sviluppi, tanta era la voglia di far bene.

La spinta solidale

E, ancora una volta, sono stati proprio i giardinieri marianesi con tutta la loro spinta solidale a permettere la realizzazione dei banchetti. Le adesioni sono state tante, così come le donazioni di fiori e piante tra le più disparate. Un sorriso doppio per Conconi che riflette su questi gesti pieni d’amore. “Da anni, ad ogni evento, i giardinieri marianesi mi supportano – ha continuato – Sono davvero delle persone incredibili e splendide. Siamo stati letteralmente inondati da una montagna di fiori e piante, offerte alla Penna Nera gratuitamente. Qualcuno ha regalato delle azalee, altri dei vasi oppure delle rose”.

Leggi anche:  Malore Mariano Comense in ospedale una donna

“Grazie per il supporto”

Il ringraziamento, in un momento così delicato, va quindi a loro, i florovivaisti. “Mi sento davvero in dovere di ringraziarli non solo per quello che hanno fatto in questa occasione, ma per tutto il supporto che mi hanno dato in maniera continua in questi anni per sostenere Penna Nera”.
Saranno quindi ancora più contente tutte le mamme, che durante la loro festa, lo scorso 12 maggio hanno ricevuto in dono un fiore acquistato sui banchetti di Penna Nera. Ancora una volta la solidarietà non si è fermata, ma anzi ha trovato nuove energie e vitalità per proseguire il suo cammino, deviando “un incidente di percorso” che fortunatamente si è risolto nel migliore dei modi.

Arianna Sironi

(Giornale di Cantù, sabato 24 maggio 2019)