Villa Bernasconi, in collaborazione con CIAS Formazione professionale e impresa srl di Como, offre un trattamento rilassante ai suoi visitatori.

La nuova proposta di Villa Bernasconi

“Il tocco della seta. Un’esperienza di relax al museo” è la nuova proposta che la nota dimora liberty di Cernobbio riserva ai suoi visitatori dal 14 gennaio al 30 aprile (con la sola esclusione delle giornate del 3 e 4 marzo e del 22 e 23 aprile). In questo periodo, nelle giornate di lunedì e martedì, dalle 15 alle 18, durante l’apertura del museo, le allieve delle classi III e IV del CIAS Formazione professionale e impresa srl di Como saranno a disposizione dei visitatori per eseguire un trattamento rilassante, che vede coinvolte spalle, testa e collo.

A rendere unico questo trattamento l’utilizzo, per le manovre di oscillazione, di un foulard di seta che aumenta l’effetto rilassante. La seta infatti, che ha un effetto termoregolatore permette una digitopressione su viso e testa atta a riattivare il microcircolo e a regolare il respiro per una maggior ossigenazione che conferisce immediatamente una sensazione di benessere. Il trattamento, della durata di circa 15 minuti, sarà compreso nel costo del biglietto di ingresso al museo ma con prenotazione obbligatoria sul sito www.villabernasconi.eu.

L’esperienza si svolgerà nella sala del museo dedicata alle Tessiture seriche Bernasconi, dove è collocata una delle novità dell’ultimo e recente allestimento: l’installazione scenografica multisensoriale “Sulle ali della seta” realizzata da un team artistico di cui fanno parte lo scenografo Ivo Tomasi, la scenografa e decoratrice Elisabetta Guglielmo e il fonico e musicista Giorgio Andreoli.

Un progetto tra cultura, formazione e impresa

“Il tocco della seta costituisce la prima iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale di Cernobbio a Villa Bernasconi per il 2019 – spiega il vicesindaco cernobbiese Mariangela Ferradini -. Nel rispetto della mission del Museo intendiamo valorizzare questo importante bene storico e architettonico della nostra città attraverso proposte che possano farlo apprezzare sempre di più dai cittadini e da tutti i suoi visitatori”.

“La presenza di CIAS sposa perfettamente la nostra idea di fusione tra cultura e lavoro, idea che perseguiamo da oramai più di 40 anni con i nostri allievi durante il loro percorso scolastico – sottolinea Eleonora Cini, direttrice del CIAS -. Quando ci è stato presentato il concept del museo ci siamo subito sentiti parte dell’idea ed abbiamo pensato di poter contribuire a coinvolgere emotivamente il visitatore. Sarà con la presenza bisettimanale di due allieve (in totale 28) degli ultimi anni del corso di estetica che proporremo agli ospiti un’esperienza sensoriale di relax con un massaggio rilassante a viso collo e spalle attraverso manovre condotte con il tocco della seta”.

“Il settore moda di Confartigianato Imprese Como continua, con questa nuova iniziativa, la felice collaborazione instaurata con il Museo Villa Bernasconi e il Comune di Cernobbio avviata nell’ambito del progetto Liberty Tutti dallo scorso anno – chiude il presidente Lorenzo Frigerio -. Il supporto degli artigiani del settore moda alle allieve del CIAS si tradurrà nel fornire loro i tessuti di seta che verranno utilizzati per l’esperienza sensoriale”.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU