Non solo calcio: la rivalità tra Lecco e Como ora è anche sulle… luminarie natalizie. Copiare, ce lo insegnano fin da  quando siamo bambini, non è cosa buona e giusta. Ma sicuramente studiare una ricetta che si è rivelata assolutamente vincente, farla propria, e riproporla, non può che essere una mossa furba. Anzi intelligente, ma in questo caso anche alimentatrice di una rivalità storica, che ormai si  estende  ben oltre ai tappeti vedi del Rigamonti Ceppi di Lecco o del Sinigaglia di Como.

La rivalità tra Lecco e Como ora è anche sulle… luminarie natalizie

L’oggetto del contendere, il pomo della discordia, se così possiamo chiamarlo che rinfocola la rivalità tra Lecco e Como, riguarda le  luminarie lecchesi, e per amor di precisioni e le proiezioni e i videomapping che sono stati inaugurati sabato nella città Manzoniana. Il taglio del nastro, nonostante la pioggia, è stato un successo. Tantissime le persone che sabato scorso hanno ammirato lo spettacolo di luci regalato alla città dall’associazione Amici di Lecco che ha letteralmente vestito a festa il salotto buono di Lecco (clicca qui per vedere tutte le foto)

c

Como, città dei Balocchi

Tra i tanti, tantissimi,  entusiasti , non è mancato chi, soprattutto in rete, ha fatto notare la somiglianza con l’evento realizzato, da anni a Como. Stiamo parlando della la 26esima edizione della Città dei Balocchi, il grande evento natalizio inaugurato a Como, guarda un po’, sempre sabato scorso.

Leggi anche:  I pensionati alzano la voce, presidio davanti alla Prefettura di Como

 IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA CITTA DEI BALOCCHI

Maestoso, scintillante, sfarzoso: l’evento comasco, anche quest’anno non ha deluso le aspettative, anzi. La magnificenza del centro addobbato a festa è un biglietto da visita che per anni Lecco ha invidiato a Como.

Guarda le stupende foto comasche

Clicca e scorri per vedere tutte le foto

Luminarie natalizie: un po’ di invidia e qualche critica (di troppo)

Quest’anno,  l’invidia è attutita dalla nostrana iniziativa di Amici Lecco che come detto ha ricevuto il plauso meritato  dei più e qualche critica (di troppo).

“A me pare un semplice copia e incolla. Bello eh, però…” si legge in rete. E ancora ” Non ho ancora visto la città illuminata di persona ma solo dalle fotografie . Credo che obiettivamente sia anche bella. Però ho da subito avvertito il dispiacere se non addirittura il fastidio dell’incapacita’ di non aver aggiunto nulla di  nuovo all’idea comasca. Non ci facciamo una bella figura!”.  C’è  quindi chi ha preferito altre scelte. “Preferisco di gran lunga il lungolago con l’omaggio al Manzoni rispetto cntrlC cntrlV delle piazze interne”.

I due rami addobbati a festa

Voci fuori dal coro? Molto probabile. Intanto sia i lecchesi che i comaschi   iniziano  davvero grazie a queste iniziative a respirare l’aria natalizia. E  mente su un ramo del lago qualcuno spera che l’allievo superi il maestro, sull’altro ci si continua a godere, al momento, una meritata leadeship.