Da ieri, 6 giugno, il lago di Como è uscito dai suoi argini in città. La zona attorno alla ex biglietteria della Navigazione è sott’acqua.

Il lago di Como esonda

Lo scioglimento delle nevi in Valtellina e i temporali di ieri sera hanno comportato l’innalzamento del livello idrometrico del lago, portandolo alla soglia di attenzione.

“Come previsto dal piano di esondazione, dalla serata di mercoledì è iniziato il monitoraggio da parte dei tecnici del settore Reti, degli agenti della Polizia locale e dei volontari della Protezione Civile” fanno sapere in una nota dal Comune di Como.

Già nella serata di ieri, quando l’acqua ha raggiunto la zona della ex biglietteria della navigazione in piazza Cavour, i volontari della Protezione civile (Gruppo Comunale di Protezione Civile di Como, Associazione Colline Comasche e Croce Rossa Italiana) hanno preparato e posizionato novanta sacchi di sabbia a protezione dei pedoni.

“La situazione al momento è stabile e viene costantemente monitorata insieme agli altri enti competenti e al consorzio dell’Adda – proseguono da Palazzo Cernezzi – Attualmente non sono previste precipitazioni durante il fine settimana, in ogni caso l’Amministrazione comunale proseguirà il monitoraggio anche alla luce dei possibili temporali previsti la prossima settimana”.