Martedì, 16 gennaio, intorno alle 12 l’acqua dell’impianto di depurazione di Carimate di Sud Seveso Servizi S.p.A si è colorata di viola. Cosa è successo?

Impianto di depurazione: uno scarico abusivo

Martedì l’acqua in ingresso all’impianto centralizzato si è colorata di viola. A mostrarlo sono le immagini di videosorveglianza della struttura. Immediatamente il personale addetto ha effettuato dei sopralluoghi lungo le aste del collettore aziendale. Purtroppo non è stato loro possibile individuare con precisione l’origine dello scarico.

Nella giornata di ieri, mercoledì 17 gennaio, stati effettuati ulteriori controllo, in particolare presso le aziende tessili presenti lungo il tratto di fognatura che ha collettato lo scarico colorato. Sud Seveso però segnala che non sono state evidenziate particolari situazioni anomale riconducibili a tale particolare colorazione.

Per questo, l’amministratore unico di Sud Seveso Luca Claudio Colombo ha spiegato: “Si ritiene che la problematica sia da imputare esclusivamente allo sversamento abusivo nel sistema fognario di una particolare tipologia di colorante/pigmento (a base rosso/viola vivido) che, oltre a non poter essere trattata dal sistema di depurazione esistente, comporta una spiccata percezione del colore anche a diluizioni elevate. L’impianto di Carimate, sebbene non sia dotato di una specifica sezione di decolorazione, ha comunque ben tamponato lo scarico eccezionale, limitando dal punto di vista chimico l’impatto ambientale sul corpo idrico superficiale, nonostante l’aspetto ‘cromatico’”.

Del fatto sono stati immediatamente informati gli enti preposti, ovvero la Provincia di Como, Arpa di Como, Ufficio d’Ambito di Como e Como Acqua. Fortunatamente già dal pomeriggio di ieri è stata registrata una diminuzione della colorazione delle acque scaricate. Questa mattina la situazione è rientrata nella norma.