Con il supporto e la garanzia di Fondazione comasca il Club Lions di Olgiate Comasco e il Rotary di Appiano Gentile hanno creato un fondo di solidarietà che tutti possono sostenere con delle donazioni.

Fondo di solidarietà: un punto di partenza per tanti progetti

Nella mattinata di ieri, 16 aprile, è stato presentato il fondo “La solidarietà non ha confini” costituito dalla collaborazione dei Lions olgiatesi e dei rotariani appianesi. Si tratta di un esempio innovativo di “rete” tra club con il supporto e la garanzia della Fondazione provinciale della comunità comasca. Questo fondo consentirà di “servire” il territorio con importanti azioni di valenza sociale nel tempo. E’ infatti finalizzato a promuovere e sostenere interventi di utilità sociale da realizzarsi per la comunità del territorio di riferimento dei due club.

“La situazione di disagio di questo periodo è manifesta – ha spiegato il presidente della Fondazione comasca Giacomo Castiglioni– L’unione d’intenti tra i due club porterà molti benefici e speriamo diventi un esempio per altri club”.

Gli fa eco l’attuale presidente del Rotary appianese Paola Mognoni che ha sottolineato come “l’amicizia tra i soci dei diversi club abbia permesso la realizzazione di un progetto di questo tipo, un progetto nato quasi per gioco davanti a una pizza”.

Ha quindi concluso il presidente dei Lions in carica Emanuele Clerici che ha spiegato: “L’auspicio è che questo fondo sia volano trainante per nuovi contributi, soprattutto esterni ai due club. E’ fondamentale per il futuro trovare partner e sponsor. Ad ogni modo il fondo sarà un progetto, anche per i presidenti futuri, sul quale continuare a collaborare”.

Leggi anche:  Maturità i commenti degli studenti del "Pessina" VIDEO

Per la gestione del fondo è stata infatti creata una commissione composta da sei membri, quattro fissi suddivisi in due per club e a rotazione i due presidenti in carica. La commissione avrà il compito non solo di garantire il buon funzionamento del fondo ma anche di decidere gli obiettivi e i progetti da realizzare con le donazioni raccolte.

Emanuele Clerici (Lions), Giacomo Castiglioni (Fondazione comasca), Paola Mognoni (Rotary)

Le opportunità

I due club del territorio hanno voluto sottolineare le opportunità che la creazione di questo fondo di solidarietà porta ai club, ai donatori e al territorio. Infatti esso diversifica i mezzi con cui i donatori possono sostenere i progetti dell’ente mentre ai club dà la possibilità di amministrare ancora meglio il proprio patrimonio. C’è inoltre l’agevolazione nella gestione delle donazioni con la garanzia di trasparenza e tracciabilità che dà la Fondazione. Ma soprattutto l’obiettivo è quello di ampliare il bacino di donatori anche grazie al fatto che questi ultimi potranno donare senza commissioni e godere dei massimi benefici fiscali disponibili per le donazioni.

Per chi fosse interessato a donare il fondo “La solidarietà non ha confini” è già online sul sito di Fondazione comasca.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU