“Tutto nella case avviene prima nelle cucine” così Filippo La Mantia, chef siciliano conosciutissimo in Italia e all’estero, ha accolto giovedì 5 dicembre 2019, gli ospiti dello showroom Peverelli Interior Design di Como. L’occasione: la presentazione dello showroom rinnovato e di un nuovo bancone da cucina utilizzato dallo chef per una cooking performance d’eccellenza.

Filippo La Mantia prende tutti per la gola da Peverelli Como

Durante la serata, lo chef ha spiegato e preparato passo dopo passo un piatto per tutti i suoi ospiti. Un cous cous – suo grande cavallo di battaglia – tutt’altro che semplice e scontato, che ha letteralmente preso per la gola tutti. Lo chef ha mostrato come preparare in poche mosse una pietanza, che può essere contorno o primo piatto, con cui stupire i nostri invitati.

Lo chef si confessa

Prima dell’inizio della serata, siamo riusciti ad intervistare lo chef – che si definisce orgogliosamente “senza stella Michelin” – e ci ha svelato qualche suo segreto e una ricetta che sulla sua tavola, durante il pranzo di Natale, non può proprio mancare.

D: Che cos’è per Lei la cucina?

R: “(Ride) La cucina per me è uno stile di vita, è il quotidiano, ciò con cui mi relaziono di più. E’ quello con cui ogni giorno mi metto in discussione, anche questa sera; preparare un piatto è sempre un modo di relazionarsi con qualcuno”.

D: Ci può dire un piatto che è nel suo DNA, che considera suo?

R: “Il piatto che ho portato ovunque è il cous cous – che utilizzo per altro questa sera – perché mi permette di realizzare qualcosa di facile, immediato ed eterogeneo, a cui accoppiare qualsiasi ingrediente e quindi mi rende la “vita facile””.

D: C’è un consiglio che darebbe a chi non sa cucinare o ha voglia di avvicinarsi a questo mondo? 

Leggi anche:  Raccolta differenziata, sacchi gratuiti in Municipio

R: “Fondamentale è avere il sentimento nel maneggiare la materia prima; se non si ha questa innata sensazione è difficile. E’ una questione di “touch”, di sentire e maneggiare gli ingredienti. La cucina ti deve intrigare. Non è qualcosa che si può imparare ma devi averla dentro”. 

D: Siccome siamo a ridosso del Natale, qual è il piatto che durante il pranzo natalizio non può proprio mancare sulla sua tavola?

R: “A Natale – oltre a quei piatti canonici, della tradizione – a casa mia c’era sempre il pollo alla pizzaiola, un piatto che io amo alla pazzia. E’ una specialità tipicamente siciliana; c’è l’origano, la polpa del pomodoro, i capperi, il sedano, l’acciuga che non può mancare. Un condimento gustosissimo con cui fare la scarpetta”. 

E infine lo Chef ci ha dato tutti i dettagli per preparare questa sua ricetta natalizia.

Il pollo viene prima infornato e a metà cottura viene passato in tegame con questo condimento; le patate – tagliate finemente – si sciolgono e creano una glassatura. 

Grande passione per la cucina e le materie prime, attenzione alla tradizione, semplicità che diventa arte, tutto questo è Filippo La Mantia.

Camilla Frigerio