Il Mariano Calcio mercoledì ha messo a segno un’impresa storica ed è approdato in finale di Coppa Italia dilettanti. Diversamente la Nazionale Italiana ha perso l’accesso ai Mondiali del 2018 in Russia. Dopo la disfatta, a salire sul banco degli imputati, c’è anche Carlo Tavecchio che in settimana si è dimesso dalla carica di presidente della Figc. A difenderlo ci pensa Mauro Bernardi, direttore generale del Mariano.

“Troppi sciacalli contro Tavecchio”

Bernardi ai nostri microfoni ha spiegato il suo punto di vista: “Nell’ultima settimana c’è stato un vero e proprio sciacallaggio politico nei suoi confronti. Ha lasciato i bilanci economici col segno più. Inoltre ha dato lustro al calcio dilettantistico e ha tolto la possibilità ai giocatori in Italia di svincolarsi a 25 anni. Ha fatto anche degli errori, ma non è stato tutto negativo”.

Le paure di Bernardi

“La nostra paura è che, senza Tavecchio, il calcio diventi la mucca da mungere per trovare fondi da investire in altri sport. Lui sapeva il significato della parola gestione”.

Leggi anche:  X Factor una band canturina vola ai "boot camp"