Attualità provinciale27 febbraio 2018

Neve giovedì a Como PREVISIONI METEO

Mercoledì notte arriverà una nuova perturbazione, che interagendo con il gelo preesistente favorirà le prime nevicate fino in pianura.

Neve giovedì a Como

Mercoledì notte arriverà una nuova perturbazione questa volta accompagnata da più umidi e miti venti di Libeccio, che interagendo con il gelo preesistente favorirà le prime nevicate fino in pianura su Nordovest, Liguria, Toscana e Lazio fino alla costa. Giovedì neve su tutto il Nord da Imperia a Trieste. Pericolo gelicidio o pioggia ghiacciata sulle vallate appenniniche. Prestare massima attenzione alla guida, saranno ancora giornata molto difficili per i trasporti.

Le previsioni

“Anche mercoledì saremo ancora interessati dai gelidi venti di Buran che manterranno le temperature sottozero su gran parte della Penisola – ha proseguito Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com – fino a -7/-9°C sulle pianure interne del Centronord. Ulteriori nevicate sulle regioni adriatiche dalla Romagna alla Puglia fin sulla costa, qualche rovescio di neve non escluso anche sull’alto Adriatico in prossimità delle coste venete”.

Freddo record

“Dopo il Lazio e Roma nevicate storiche hanno colpito la Campania fin sul mare con neve a Napoli, Pompei, Caserta e tanti disagi. Una simile situazione nevosa in Campania e in particolare a Napoli non si registrava dal lontano 1956. Neve anche sulla Costa Smeralda, bufere sulle adriatiche dalla Romagna alla Puglia con neve a Bari. Tantissimi i disagi con traffico in tilt, voli cancellati e pesanti ritardi sui treni, specie in Campania”.

Leggi anche:  Previsti forti temporali in serata: allerta meteo della Protezione Civile

Gelo al nord

“E dove non nevica, domina il gelo, al Nord difficilmente si superano gli 0°C di giorno, mentre di notte le temperature sono crollate fino a -15°C a 1000-1500m, -6/-8°C in pianura. Tutta colpa dei gelidi venti siberiani che hanno congelato gran parte d’Europa oltre che l’Italia: le temperature sono infatti ovunque sottozero dalla Francia alla Russia, ma anche in quasi tutta Italia da Bari in su. Ondate di freddo di tale portata hanno solitamente tempi di ritorno di 30 anni” – ha aggiunto il meteorologo Ferrara.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente