Non solo Capodanno senza botti ma due settimane di divieto di scoppio in aree pubbliche per tutelare animali e bambini a Binago.

Niente botti fino al 7 gennaio a Binago

Qualche colpo in realtà c’è stato ma l’ordinanza sindacale, emessa lo scorso 27 dicembre, parlava chiaro: divieto assoluto di scoppio di fuochi, petardi, mortaretti, razzi e uso di lanterne cinesi e altri artifici nelle vie, piazze e aree pubbliche. Il primo cittadino di Binago, Alberto Pagani, che oltre al sindaco fa anche l’agricoltore, per indole è vicino agli animali e ne vuole tutelare la salute, come del resto quella dei piccini di casa. E la multa in caso di trasgressione non mancherà.

Tutti i dettagli sul Giornale di Olgiate da sabato 4 gennaio 2020 in edicola
DA CELLULARE, SCARICA LA APP DEL GIORNALE PER SFOGLIARE L’EDIZIONE e da Pc clicca qui