“Dopo anni di lotte e battaglie, finalmente mi sposerò anche io”. Ad annunciarlo al Giornale di Cantù era stato Domenico De Paolo, cittadino arosiano, attivista Lgbt da molti anni che da tempo lotta per la difesa dei diritti delle persone omosessuali.

Sabato le nozze ad Arosio

Ormai mancano pochissimi giorni al lieto evento, quando pronuncerà il fatidico sì il prossimo sabato 21 aprile in Comune ad Arosio. In realtà Domenico e il suo Julison Pimentel si sono già sposati all’Ambasciata a Milano, ma ora sentivano il bisogno di convolare a nozze anche in paese.

“Gli omosessuali sempre perseguitati”

“Io credo, e ne sono convinto – aveva spiegato Domenico al Giornale di Cantù in un’intervista di Carlotta Nespoli – che nessuna forza, nessuna legge naturale non può vietare l’amore fra due persone dello stesso sesso. Solo l’uomo può vietare l’amore universale un tesoro che, invece, fa solo del bene al mondo. I gay esistono da sempre. Io credo sia giusto amare chi si ha voglia. In nessun foglio e luogo è scritto che noi uomini siamo obbligati ad amare solo le donne, o fare figli. Io credo che noi siamo liberi di amare anche persone dello stesso sesso, come migliaia di anni fa”.

Leggi anche:  George Clooney vende Villa Oleandra?

“L’amore è una forza indescrivibile”

“I sentimenti, per fortuna, nessuno può controllarli – ha concluso Domenico – Si tratta di una forza indescrivibile sono la cosa più bella del mondo. L’amore non avviene per decisioni piuttosto che forzature. Succede e basta, senza sapere dove, quando, e con chi. E’ incredibile che l’amore universale abbia questa capacità di far provare sentimenti anche verso persone dello stesso sesso. L’amore non guarda in faccia se sei uomo o donna, l’amore è amore, è lo stesso sentimento che provano gli eterossessuali, forse anche più forte e fedele. Viva l’amore perché l’amore è una forza indiscutibile della natura ed è più forte di ogni cosa, soprattutto più forte dell’essere umano capace di distruggere con le sue mani il mondo a causa della sua ignoranza”.