Un orsetto-paziente per allontanare la paura dell’ospedale. Si chiama Teddy ed è il protagonista del progetto “Teddy bear Hospital”, Service Nazionale del Rotaract, peluche che arriverà all’ospedale Sant’Antonio Abate di Cantù sabato 14 aprile, dalle 9 alle 13, grazie alla collaborazione tra Rotaract Club di Como e di Cantù.

L’idea del progetto

Il progetto “Teddy Bear Hospital” (TBH) nasce da un’idea congiunta delle associazioni internazionali degli studenti di Medicina e permette di far familiarizzare i bambini sani con l’ambiente ospedaliero così da ridurre significativamente i loro livelli di ansia e di stress. Come? I bambini saranno gli accompagnatori di orsacchiotti malati che diverranno pazienti dell’ospedale. Il carattere innovativo del progetto TBH risiede nella sua caratterizzazione preventiva, poiché si rivolge a bambini sani con limitata (o nulla) esperienza di ospedalizzazione. L’accesso alla giornata è libero e gratuito. A ogni bambino che effettuerà il percorso di cura dell’orso sarà regalato il peluche guarito.

Tutte le attività

I bambini verranno accolti nell’atrio di fianco al bar dell’ospedale (piano terra) e poi accompagnati nei reparti di Radiologia e Pediatria dove sarà loro consegnato l’orsacchiotto malato e saranno effettuate simulazioni del percorso di diagnosi e cura di Teddy con finti prelievi ematici, misurazione della pressione, visita, somministrazione della terapia per arrivare poi alla dimissione.

Leggi anche:  Bar Enoteca Castello Mariano: un evento a favore della ricerca oncologica infantile

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU