Il Partito Democratico di Como ha deciso di firmare una petizione per far si che l’Ospedale del paese abbassi il prezzo di sosta nel parcheggio e che, i soldi ricavati da quest’ultimo, vengano utilizzati per risolvere dei problemi riguardanti la sicurezza e la struttura dell’ospedale di San’Anna.

Ospedale Sant’Anna dal Pd: “Parcheggio e pronto soccorso, è ora di cambiare”

“Ci sono delle costanti che l’ospedale S.Anna presenta da quando si è trasferito a San Fermo della Battaglia: un pronto  soccorso mal pensato e un parcheggio a pagamento, caro, che non dà nulla dei propri introiti alla struttura sanitaria. E’ sempre più urgente una riorganizzazione radicale che trova proprio nel parcheggio dell’ospedale il punto di partenza e il fulcro della risoluzione.” Questo è un esempio di frase che gli abitanti del paese lombardo ripetono, dicendo che sono stanchi di questa situazione, all’edificio sanitario di S.Fermo. “Si devono trovare nuovi spazi e posti letto per i degenti. Il parcheggio dell’ospedale è da sempre il pomo della discordia, fonte di gettito continuo nelle casse del Comune di San Fermo della Battaglia (circa 1 milione di euro l’anno). Cifra che ricade totalmente nelle casse del comune di cintura senza dare nessun plus alla struttura ospedaliera e ai suoi utenti. Proprio gli utenti, si tratta di malati e familiari, si trovano a pagare gravosi ticket per parcheggiare l’automobile, sosta che avviene esclusivamente per accedere a un luogo di cura, ricordiamolo sempre, e non certo per piacere” spiegano nel comunicato.

Leggi anche:  Fermata del treno soppressa a Caslino. Contrario il Movimento 5 Stelle

La proposta del PD comasco

“La nostra proposta è quella di destinare le risorse economiche provenienti dal parcheggio del Sant’Anna proprio alla soluzione di tutte le carenze: si potrebbe creare un nuovo parcheggio per il Pronto Soccorso, realizzare un percorso più funzionale che tenga conto delle condizioni dei malati, che non possono affrontare grandi spostamenti e realizzare un passaggio in sicurezza per i dipendenti.  Per queste ragioni chiediamo che si attui immediatamente una revisione all’Accordo di programma che a distanza di 8 anni dall’apertura del nuovo Ospedale Sant’Anna risulta essere non adeguato alle esigenze della collettività.”  Per questo motivo si è deciso di firmare una petizione per cambiare la situazione della struttura sanitaria del paese lombardo. Da oggi è possibile sottoscrivere la petizione a sostengo di questa proposta sia attraverso la piattaforma change.org sia attraverso una raccolta firme tradizionale realizzata insieme con la Segreteria Provinciale del Partito Democratico, nei banchetti che si troveranno nel weekend sul territorio.