Pallacanestro Cantù sull’orlo del baratro: il sostegno dei tifosi.

Tutti uniti per il basket

Dopo le pessime notizie di ieri sul futuro della Pallacanestro Cantù, in città si cerca di fare quadrato intorno alla società e alla squadra. Come noto, infatti, la Red October di Dmitry Gerasimenko è stato posta sotto sequestro e il patron ha messo sul mercato le sue azioni a costo zero. Immediata era arrivata la reazione del tifo caldo della squadra, gli Eagles, che hanno emanato un comunicato di sostegno e chiamato a raccolta tutti i tifosi.

Striscione in piazza

Ma non è finita: l’appello degli Eagles ha fatto capolino questa mattina anche nella centralissima piazza Garibaldi. Sulla ringhiera del ristorante Garibaldi è infatti apparso uno striscione che recita “Tutti a Desio”. L’invito infatti è quello di recarsi tutti a vedere la partita di lunedì al PalaDesio, per sostenere la squadra e per far vedere alla società che la città non molla. Ma non è tutto: altri striscioni sono comparsi nei punti strategici di Cantù e vicino al Pianella. Persino gli amici tifosi del Calcio Como hanno voluto urlare la loro vicinanza.