Nella giornata di oggi, giovedì 4 ottobre, l’assessore agli Enti Locali di Regione Lombardia Massimo Sertori è stato nel capoluogo comasco per l’ultimo sopralluogo al cantiere del progetto paratie Como. Lunedì 8 ottobre alle 20.30 nella biblioteca comunale cittadina verrà infatti presentato ufficialmente il nuovo progetto.

Paratie Como: “Un’opera fondamentale per la città”

“Tutto pronto per la presentazione pubblica del progetto esecutivo delle paratie del lago di Como. Oggi ho voluto effettuare l’ultimo sopralluogo e scendere personalmente nella vasca di accumulo già esistente, prima della presentazione di quella che rappresenta un’opera fondamentale per i cittadini di Como, che in questi anni hanno dovuto subire troppe lungaggini e disagi causati da questo intervento che si è scontrato con la burocrazia e le difficoltà riscontrate delle passate amministrazioni comunali”. Queste le parole dell’assessore Sertori, a seguito del sopralluogo a Como.

Quindi il rappresentante della Giunta Lombarda ha proseguito: “Regione ha deciso di farsi carico del progetto e dei lavori di questa importante opera che, durante le fasi del precedente cantiere, ha inibito la vista di uno dei panorami più belli e conosciuti al mondo, quello del lago di Como. E oggi, insieme ad Infrastrutture lombarde, siamo pronti a presentare il nuovo progetto esecutivo, definendo tempi e modalità di esecuzione, di impatto cantieristico e soprattutto del prodotto finale, mostrando a tutta la popolazione come si presenterà la nuova passeggiata del lungolago di Como a lavori ultimati”.

Quindi ha concluso: “E’ stato un lavoro svolto con il totale coinvolgimento dell’attuale amministrazione comunale, del sindaco Mario Landriscina e dell’assessore all’Edilizia pubblica Vincenzo Bella, un confronto ed una collaborazione che ha permesso di cogliere appieno le reali necessità e criticità del territorio comasco”. E infatti sono stati diversi gli incontri dei tecnici e dei politici regionali a Como, con i rappresentanti dell’Amministrazione locale.

Eppure il livello del lago di Como è sempre più basso…

Da una parte c’è chi da un anno sta lavorando ad un nuovo progetto per evitare che il lago di Como, in caso di livello troppo alto delle acque, finisca per esondare e riversarsi in piazza Cavour. Dall’altra c’è chi lancia l’allarme che il livello del Lario è sempre più basso, con tutte le conseguenze del caso per diverse realtà portuali che affacciano sulle sue rive.

Leggi anche:  Nei nostri laghi si può fare il bagno

Quel che è certo sono i dati, quelli raccolti dagli Enti regolatori dei Grandi Laghi. L’altezza idrometrica raccolta oggi a Malgrate è di -33cm, ben al di sotto della media stagionale che dovrebbe essere di 43cm. Significativi sono i dati relativi ai minimi e massimi storici; per quel che riguarda il minimo è il -42cm del 1962 mentre a proposito del massimo il 240 del 1976. Per quel che riguarda l’anno 2018, il livello massimo del lario si è toccato nel mese di maggio quando è salito a quota 96cm, di poco oltre la media stagione che era ferma a 88cm.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU