Rischia fino a 10 anni di carcere monsignor Carlo Capella, il sacerdote nativo di Rho e conosciuto nel Canturino.

Pedopornografia: arrestato in Vaticano

La sua vocazione è cresciuta all’oratorio San Carlo di via Bettinetti, aveva iniziato la sua carriera ecclesiastica proprio a Cantù. Don Carlo è arrestato nella mattinata di sabato 7 aprile in Vaticano. Pedopornografia, è questa la pesante accusa nei confronti del sacerdote rhodense, figlio di una famiglia molto conosciuta in città.

Ora è detenuto

L’ordine di cattura da parte del Giudice Istruttore del Tribunale del Vaticano, ed eseguito dalla Gendarmeria vaticana, è scattato su proposta del Promotore di Giustizia a seguito della denuncia arrivata per via diplomatica dal governo degli Stati Uniti a carico di un prelato italiano, che nell’ultima settimana di agosto dello scorso anno era stato fatto rientrare in Vaticano dagli Stati Uniti dopo che il 21 giugno, sempre dello scorso anno, il Dipartimento degli Stati Uniti aveva notificato il possibile reato di Pedopornografia nei confronti del sacerdote rhodense. L’ex funzionario della Nunziatura di Washington è ora detenuto in una cella della caserma del Corpo della Gendarmeria.

Leggi anche:  Il Liceo Melotti vince un concorso di moda

Tutti i dettagli su il Giornale di Cantù da sabato 14 aprile, in edicola 

DA CELLULARE, SCARICA LA APP DEL GIORNALE PER SFOGLIARE L’EDIZIONE e da Pc clicca qui