L’evento dal titolo Pianta con la violenza oggi, sabato 16 novembre 2019, è arrivato anche in Villa Calvi a Cantù.

Piantala con la violenza: un albero in Villa Calvi a Cantù

Alla presenza del sindaco, Alice Galbiati e diversi altri componenti della Giunta comunale, è stato inaugurato l’albero di Cerbis, simbolo contro la violenza sulle donne. “L’albero è simbolo di vita e speranza di miglioramento. Sono state organizzate anche due mostre una con i ragazzi del Melotti, a Lomazzo, dal 20 di novembre al 1 dicembre invece la mostra arriverà al Centro Commerciale Mirabello dove ci saranno anche le opere degli studenti del Melotti di Cantù e un video realizzato dei ragazzi dell’istituto Jean Monnet”, ha spiegato il presidente di Penta, Rosaria Battaglia.

Isabella Girgi, assessore all’Istruzione, ai servizi sociali e alla cultura ha spiegato: “Fa piacere vedere la presenza dei giovani per un tema così importante. Noi come Amministrazione abbiamo da subito sposato questa iniziativa. Personalmente sono rimasta molto colpita delle testimonianze che l’associazione Penta ha portato al Teatro San Teodoro. Sono state strazianti, ammetto di aver pianto. Sentendo la storia di una giovane di soli 16 anni, che è stata vittima del papà di un’amica, mi sono chiesta: e se fosse accaduto a mia figlia? La politica deve combattere questi problemi. Bisogna sensibilizzare il più possibile per debellare questo cancro”. Il primo cittadino, sottolienando la necessità di fare rete, ha voluto ringraziare l’associazione per la promozione di un evento che tratta un tema di vitale importanza.

I pensieri degli studenti

In Villa Calvi c’erano anche gli studenti della 4C del Melotti, accompagnati dalla preside, che hanno voluto parlare dei loro pensieri dopo aver lavorato sulla tematica della violenza sulla donne.