Nulla da fare anche in gara2: Cantù lotta ma alla fine cede ancora a Milano che si porta sul 2-0 nella serie dei quarti di finale play-off. Al Forum finisce 87-75.

Inizio incoraggiante

Nelle prime battute del  match, la Red October ha voglia di riscattare la pesante sconfitta di sabato sera in gara1. Le triple di Chappell e Thomas hanno regalato il primo vantaggio in assoluto ai biancoblù nella serie ma ben presto l’Olimpia è salita in cattedra grazie soprattutto a Micov e a Bertans. A quel punto Cantù ha smesso di difendere e per Milano è stato davvero facile arrivare a canestro. Quando i meneghini non sono riusciti a segnare, ci hanno pensato Tarczewski e Kuzminskas a regalare il secondo possesso offensivo, spesso convertito in canestro. Così finale di primo quarto (24-17) sorride a Cinciarini e compagni.

Black-out nel secondo quarto

Nel secondo quarto,  Cantù ha smesso di difendere e Milano ha fatto quello che ha voluto nella metà campo avversaria. L’imprecisione in attacco dei ragazzi di Sodini (ancora una volta sotto le medie realizzative stagionali) hanno creato una voragine impressionante. Al 15′ l’Olimpia ha addirittura doppiato Cantù e si è portata sul 50-25. I biancoblù però non hanno mollato e favoriti da un tecnico fischiato a Micov hanno iniziato a rosicchiare punti, riuscendo ad andare al riposo sul 54-39.

Leggi anche:  George Clooney vende Villa Oleandra?

La rimonta

Terzo quarto ancora di marca canturina con Culpepper – fino a quel momento non pervenuto – a trainare la rimonta. Cantù è riuscita a ricucire il gap e a riportarsi sul -7 (57-50) al 25′ grazie soprattutto a Charles Thomas. Uno strappo di Milano ha rispedito al mittente le velleità di rimonta canturine e ha regalato ai padroni di casa un nuovo vantaggio rassicurante.

Ultimo quarto

La Red October ha dimostrato di avere ancora energie negli ultimi 10′. Dopo aver raggiunto il -9 a cinque minuti dalla fine, però, è arrivata una tripla di tabella di Kuzminskas che ha tagliato definitivamente le gambe agli avversari. Squadra comunque generosa fino alla fine con il pensiero rivolto a Desio dove mercoledì si giocherà gara3. Per Cantù si tratta dell’ultima spiaggia.

Il tabellino

EA7 Milano: Tarczewski 12, Cinciarini 6, Micov 13, Kuzminskas 15, Bertans 16, Gudaitis 8, Jerrels 9, Goudelock 2, Cusin n.e., Pascolo 6, Abass. Coach: Pianigiani

Red October Cantù: Thomas 18, Culpepper 24, Smith 5, Parrillo, Cournooh, Maspero n.e., Tassone, Burns 18, Ellis 4, Chappell 6. Coach: Sodini