Il prossimo sabato 9 giugno a Como si terrà la VI giornata della  FAND Comasca. Sarà un’occasione importante per approfondire la conoscenza e per contribuire a sensibilizzare la cittadinanza sui temi che riguardano la disabilità. Questa mattina a Palazzo Cernezzi è stata presentata l’iniziativa.

Presentata la giornata della FAND Comasca

La Fand di Como (Federazione associazioni nazionali disabili) è costituita da cinque associazioni: associazione nazionale Mutilati ed Invalidi Civili – ANMIC, associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati ed Invalidi del Lavoro – ANMIL, Ente Nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordi – ENS, Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti – UICI, Unione Nazionale Mutilati ed Invalidi per Servizio istituzionale – UNMS.  Nella giornata di sabato, in collaborazione con il Comune di Como, viene proposto un convegno aperto al pubblico sul tema “Le famiglie del disabile, esperienze di vita interna”, con interventi di amminstratori, tecnici, testimonianze personali, momenti di confronto.

Le parole del vicesindaco

Il vicesindaco Alessandra Locatelli ha spiegato: “Si tratta di un tema molto importante per la nostra città. Tanto è vero che fin dallo scorso anno abbiamo iniziato a dialogare con diverse associazioni che hanno a che fare con la disabilità. Questo convegno chiude un anno di lavoro. Si parlerà anche di famiglia e “dopo di noi”, come anche delle risorse di Stato, Regioni e Comuni che spesso le persone disabili non sanno di poter utilizzare”.

Sabato 7 ottobre 2017 il vicesindaco di Como, Alessandra Locatelli aveva fatto un tour della città per verificare le problematiche inerenti la fruibilità dei servizi e le barriere architettoniche, anche in riferimento alle segnalazioni raccolte dall’Uic di Como. Ecco cosa ci aveva raccontato.

“Serve una città vivibile per tutti”

Presente alla conferenza stampa anche Claudio La Corte, presidente della FANDS provinciale e dell’ENS, Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti. Al suo fianco anche Francesco Giorgi, associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati ed Invalidi del Lavoro, che ha spiegato l’importanza di dare un sostegno anche alle famiglie, e associazione nazionale Mutilati ed Invalidi Civili.

Leggi anche:  Dote Trasporti, un milione di euro per i pendolari dell’alta velocità

La testimonianza

A testimoniare la sua esperienza di disabilità anche una giovane comasca. “Ci sono stante difficoltà con le quali bisogna imparare a convivere. E’ importante l’abbattimento delle barriere architettoniche ma anche creare dei percorsi protetti in modo che un disabile non riscontri problemi percorrendo quella determinata strada” ha analizzato Valentina che sarà presente sabato. Durante la VI giornata della  FAND Comasca ci sarà anche ANMIL, Ente Nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordi.

Ecco tutto il programma

Alle 9 S. Messa c/o Basilica di S. Fedele, P.za S. Fedele – Como
Alle 10 ritrovo dei partecipanti presso la Pinacoteca civica di via Diaz, 84 per il Welcome coffee.
Alle 10.30 inizio del Convegno. Saluto del Presidente F.A.N.D. Como, del Presidente F.A.N.D. Regionale, dei componenti delle associazioni aderenti la Federazione e delle autorità presenti.
I° relatore: dott. Stefano Bolognini, Assessore alle politiche sociali, abitative e disabilità di Regione Lombardia – focus sulla disabilità e normativa regionale.
II° relatore: dott.sa Franca Gualdoni, dirigente dei servizi sociali del Comune di Como. Relazione sulla situazione nel territorio comasco e sulle attività dell’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Como.
III° relatore: Avv. Maurizio Lo Gullo e Avv. Alessandra Fabiano – Legge Reg. “Dopo di noi”.
IV° relatore: dott.sa Daniela Maroni; dott.sa Valentina Introzzi (Anmic); dott. Aldo Stoppani (Anmil) – testimonianze dirette.
V° relatore: dott. Nicola Stilla, Presidente F.A.N.D. Regionale – conclusioni
Alle 12.45 dibattito.

A moderare ci sarà il vicesindaco di Como Alessandra Locatelli.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU