“Qui abita un antifascista”. A 95 anni Ernesto Malteccha, presidente della sezione olgiatese dei “Combattenti e reduci” marchia la sua casa.

“Qui abita un antifascista”

A 95 anni ricorda bene gli orrori della Seconda Guerra Mondiale. Poi nella sua lunga vita la costante dell’impegno civile: nel sindacato come in Consiglio comunale, da presidente della sezione olgiatese della “Combattenti e Reduci” (dal 1980) e con la presidenza onoraria della federazione provinciale del sodalizio (guidato dal 2007 al 2017). Malgrado tutto ciò continua ad essere battagliero testimone: fisicamente, partecipando alle cerimonie del IV Novembre; graficamente, attaccando un esplicito adesivo fuori dalla propria abitazione in via Garibaldi, sulla cassetta delle lettere.

Al Giornale di Olgiate, che l’ha intervistato, ha spiegato: “Ho messo quell’adesivo un paio di mesi fa. Così, quando qualcuno arriva a casa mia… subito capisce chi sono. Io comprendo il malcontento della gente, le famiglie che faticano a tirare la fine del mese. Anch’io sono stato povero, migrante dalla Bergamasca a Olgiate. Anch’io ho patito la fame: cinque fratelli morti perché la mia famiglia non aveva da mangiare. Che il popolo protesti è giusto ma c’è modo e modo di risolvere i problemi. Mai con l’odio. Mai col populismo. Mai col menefreghismo che ora, davvero, fa paura”.

L’intervista integrale e le celebrazioni del IV novembre su il Giornale di Olgiate da oggi, sabato 9 novembre, in edicola 

Leggi anche:  Il piccolo Loris ha bisogno dell’aiuto di tutti

DA CELLULARE, SCARICA LA APP DEL GIORNALE PER SFOGLIARE L’EDIZIONE e da Pc clicca qui