“Salviamo l’affresco”. Non solo un appello, quello dell’associazione Charturium. Come è abitudine del sodalizio guidato da Mario Borghi e Carlo Rodi, infatti, dalle parole ai fatti il passo è davvero breve.

“Salviamo l’affresco”: serata per raccogliere i fondi

Ecco dunque arrivare una serata pensata ad hoc per la raccolta fondi. Giovedì 13 giugno, dunque, tutti invitati alle cena alla Cascina di Mattia, in via Ovidio a Fecchio. Il costo è di 17 euro ed è poi possibile versare un altro contributo per “salvare l’affresco”: con 10 euro si avrà in omaggio una pergamena personalizzata; con 20 euro in omaggio una pergamena personalizzata e un libro edito da Charturium; con 50 euro in omaggio una pergamena personalizzata e il libro “Cantù borgo aereo”.  L’affresco della Deposizione della Cascina Birona o Moscona dipinto nel 1859 da un pittore anonimo costituisce uno delle più importanti e antiche testimonianze devozionali di arte popolare presenti nelle case contadine del territorio canturino. Lo stato di abbandono e di degrado continuo in cui versa il dipinto, ha sollecitato l’associazione a intervenire nei confronti dei proprietari privati per iniziare la fase di distacco e, successivamente, quella di recupero attraverso l’opera di restauro affidata a professionisti competenti ed esperti.

Tutti i dettagli sul Giornale di Cantù da sabato 8 giugno 2019 in edicola
DA CELLULARE, SCARICA LA APP DEL GIORNALE PER SFOGLIARE L’EDIZIONE e da Pc clicca qui