Salvini non mollare: è il mantra dei militanti leghisti, che ieri hanno allestito un gazebo a Olgiate Comasco. In prima fila per sostenere il ministro dell’Interno.

Salvini, il gazebo e più di 100 firme

Presenza di militanti leghisti a Olgiate, nella mattinata di ieri, all’esterno del mercato. Il gazebo ha raccolto sostegno al ministro Matteo Salvini. In circa due ore e mezza sono fioccate più di 100 firme. “Riscontro molto positivo – tira le somme Igor Castelli, leghista e consigliere comunale di minoranza – Abbiamo incontrato tanta gente che ha voluto esprimere sostegno a Salvini, mettendo la propria firma. Molti hanno chiesto informazioni a riguardo del Decreto sicurezza e Quota 100, per capire meglio come funzionano le due novità”. Tra gli organizzatori anche il consigliere comunale di minoranza a Beregazzo, Giuseppe Fumagalli.

Non solo gazebo ma anche incontri con rappresentanti del Governo

Castelli anticipa l’idea di non limitarsi alla sola organizzazione di gazebo sul territorio. “Pensavamo di proporne un paio in questo periodo ma, appunto vedendo il riscontro ottenuto mercoledì all’esterno del mercato, vorremmo organizzare qualcosa in più. Ad esempio, un incontro serale con esponenti della Lega, aperto alla partecipazione dei cittadini. C’è davvero parecchio interessamento da parte della gente. Ne siamo contenti”.

Leggi anche:  Fera di usei in corso oggi a Canzo

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU