Famiglie che mandano i figli in mensa ma non pagano. “Non è più possibile chiudere un occhio di fronte alla attuale morosità sulla mensa scolastica: si sono accumulati debiti per 150mila euro circa” ha scritto su Facebook Giovanni Marchisio, sindaco di Mariano Comense. La Giunta avrebbe voluto adottare un pugno di ferro nei confronti delle famiglie morose riguardo al servizio mensa. Chi aveva dei debiti con il Comune non avrebbe potuto far mangiare il proprio figlio in mensa nel prossimo anno scolastico.

Vietare la mensa a scuola a chi non paga

Ieri, durante il Consiglio comunale, il Movimento 5 Stelle Mariano ha chiesto, tramite una mozione, alla Giunta Marchisio di ritirare l’atto di indirizzo. La mozione è stata accolta con i voti favorevoli di parte della maggioranza che, per la prima volta, si è espressa contro una decisione del proprio sindaco. “Il credito va recuperato, in nessun modo vogliamo favorire i furbetti, ma l’inadempienza dei genitori non può ricadere sui figli. Per un bambino la mensa è un diritto”. Due consiglieri del Pd e Marianoduepuntozero durante la seduta hanno precisato: “La mensa è da considerare tempo scuola, tempo di socializzazione per il bambino e non solo per mangiare degli alimenti”.

Siete d’accordo con il sindaco?

Chiediamo a voi lettori di esprimere il vostro parare sul tema: siete o no con Marchisio? Votate il sondaggio riportato qui sotto e commentate sul nostro sito!

Leggi anche:  Clima, incontro col glaciologo per capire i cambiamenti

>> Per votare è necessario effettuare l’accesso a Gmail <<

ATTENZIONE: si potrà votare fino a giovedì 21 giugno alle 23.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU