Stop alcol e vetro nei parchi di Como. Da domani e fino al prossimo 30 settembre all’interno dei parchi pubblici cittadini con giochi per bambini, recintati e in cui ci sono state segnalazioni di degrado, non sarà più possibile introdurre bevande alcoliche e vetro.

Stop alcol e vetro nei parchi di Como

Da domani sarà in vigore la relativa ordinanza sindacale e la Polizia locale avvierà i controlli puntuali. La sanzione prevista va da un minimo di 25 fino a un massimo di 500 euro. L’indirizzo è stato predisposto al tavolo tecnico sul decoro sociale, che viene convocato ogni mese dall’assessore al decoro sociale Alessandra Locatelli e al quale partecipano i dirigenti e i tecnici; su questo tema è stato coinvolto fin dall’inizio l’assessore Marco Galli, con delega a parchi e giardini, per valutare la situazione, vagliare le segnalazioni della cittadinanza, infine mettere a punto un provvedimento efficace, ragionato e programmato.

Diverse segnalazione di degrado

E’ stata fatta una ricognizione dei giardinetti pubblici esistenti in città: sono 37. 24 di questi sono recintati e contengono giochi per i bambini, condizioni ritenute necessarie per una adeguata applicazione dell’ordinanza. Per 19 dei 24 giardini in circa un anno sono arrivate in Comune segnalazioni di criticità e richieste da parte dei cittadini, e per otto di questi le segnalazioni arrivate riguardano situazioni di particolare degrado. In seguito a specifici sopralluoghi e interventi della Polizia locale è emerso che il problema deriva in prevalenza dall’abuso di bevande alcoliche e dall’abbandono delle bottiglie di vetro, spesso rotte, a scapito di soggetti deboli come lo sono i bambini.

Leggi anche:  Casinò di Campione d'Italia licenziati altri 43 dipendenti

Le aree coinvolte

E’ stato scelto quindi di predisporre un’ordinanza specifica sulle aree più critiche: via Anzani, via Leoni, via Vittorio Emanuele, via Italia Libera, via Canturina/Montessori (rotondello di Trecallo), piazza del Popolo, piazzale Giotto, via Traù. L’indirizzo della giunta comunale adottato oggi prevede inoltre una ulteriore intensificazione dell’attività di vigilanza e di contrasto di eventuali illeciti da parte della Polizia locale nei giardini pubblici indicati, e l’introduzione di una stabile disciplina in tema di alcool e recipienti in vetro nei giardini pubblici nel nuovo regolamento di polizia urbana. Anche ieri, lunedì 11 luglio, c’è stato un arresto nella zona dei giardini a lago.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU