Tessera Pd, il sindaco di Mariano non ci sta alle polemiche.

Tessera Pd, Marchisio contrattacca

Non ha usato giri di parole il primo cittadino marianese. Con un post pubblicato poco fa sulla propria pagina Facebook è andato al sodo. “Pare che il problema del mondo in questi giorni sia che il sottosccritto non ha la tessera del Pd. Io invece penso ad amministrare la città di Mariano. Abbiamo messo in pista tante cose per la città e cinque anni sono pochi. Guardo a come possiamo migliorare Mariano anche nei prossimi cinque anni”.

Le motivazioni dello sfogo

Lo scorso giugno il sindaco aveva dichiarato al Giornale di Cantù che non si  sentiva più un uomo del Partito democratico. Piuttosto, si considerava un uomo di Mariano Comense. Nei giorni scorsi è arrivata la conferma del suo mancato rinnovo della tessera del Pd. E poi le dimissioni dall’assemblea nazionale. A questo punto cosa cambia negli equilibri politici marianesi? Voci di corridoio segnalano Marchisio come papabile candidato con una lista civica in campo nelle prossime Amministrative. Per il momento, però, il sindaco non si sbilancia. Il Pd lo lascia al suo posto per responsabilità verso i cittadini, le minoranze invece chiedono la sfiducia.

Leggi anche:  Il Lago di Como torna in tv in "Un sogno in affitto"

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU