Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, ha depositato l’interrogazione a risposta scritta in cui domanda precisazioni sul ventilato trasferimento del centro fisioterapico di Cernobbio.

LEGGI ANCHE>>Sanità nel Comasco: a Cernobbio e Cucciago due comunità in apprensione

Trasferimento centro riabilitazione Cernobbio dal Pd Orsenigo: “Regione intervenga”

“All’assessore regionale alla Sanità chiedo se non ritenga opportuno intervenire al fine di valutare, insieme all’Asst Lariana, alternative al possibile trasferimento a Como dell’Ambulatorio riabilitativo, garantendo ai cittadini di Cernobbio e dei comuni limitrofi la possibilità di continuare ad usufruire di un servizio storico e apprezzato”, fa sapere Orsenigo.

Nell’interrogazione il consigliere Pd spiega all’assessore Gallera la situazione:

“Si sta parlando insistentemente di un imminente spostamento del centro di riabilitazione, servizio situato da oltre trent’anni in pieno centro città a Cernobbio – prosegue il consigliere Pd –. Il trasloco sembrerebbe essersi reso necessario a seguito della decisione dell’attuale amministrazione comunale di destinare i locali occupati dal centro medico a un infopoint turistico. Le possibili alternative non avrebbero ottenuto il benestare dell’Asst Lariana. E a quanto pare verrebbe di conseguenza spostato negli spazi di via Napoleona, a Como”.

Ma il trasferimento sguarnirebbe il territorio di un servizio rinomato e apprezzato, come testimoniano i dati sull’utenza, prosegue Orsenigo:

“Dal 1 gennaio al 30 settembre 2018, dei 1.286 accessi, il 33,45 è rappresentato da cittadini residenti a Cernobbio e nei comuni limitrofi, ovvero Maslianico, Moltrasio, Laglio, Carate Urio, Brienno e Centro Valle Intelvi. Ecco perché il trasferimento del servizio sarebbe un grave disagio per tutto il territorio”.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU