Tubercolosi polmonare: due casi nell’ATS Insubria.

Due casi di tubercolosi polmonare

Due casi correlati di tubercolosi polmonare si sono verificati nei giorni scorsi. I soggetti infetti sono residenti nel territorio di ATS Insubria e sono legati tra loro da un legame di amicizia. I due frequentano la stessa scuola secondaria di secondo grado di Saronno ma in classi diverse.

I controlli

Sono subito scattati i controlli preventivi su familiari, amici e compagni di sport, per un totale di circa 50 persone, oltre a 45 studenti e 25 docenti, secondo le indicazioni normative e i protocolli ministeriali e regionali ASST Valle Olona, insieme al Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria di ATS. Nei prossimi giorni saranno effettuati anche controlli precauzionali alle quattro classi restanti che, durante l’anno scolastico, hanno svolto alcune attività didattiche congiuntamente alle classi frequentate dai due ragazzi segnalati.

La malattia non si trasmette per vie aeree

Gli altri studenti ed insegnanti della scuola sono stati informati, ma non saranno, in questa fase, come da protocolli vigenti, coinvolti direttamente nei controlli preventivi, essendo altamente improbabile che si possa contrarre la malattia da una persona ammalata che tossisce all’aria aperta o con la quale si è condiviso uno spazio chiuso (corridoi, atri, servizi igienici) solo per periodi brevi e in modo saltuario.

Non è necessaria la disinfestazione

Non sono inoltre necessari particolari interventi di disinfezione degli ambienti scolastici per i quali sono sufficienti, oltre ad una frequente aerazione, le ordinarie misure di igiene ambientale. I medici i famiglia del territorio sono stati debitamente informati e collaboreranno per la sorveglianza sanitaria dell’intera comunità.

Leggi anche:  Coppia con sette figli quattro sono in affido STORIE SOTTO L'OMBRELLONE

Contatti utili

È possibile avere ulteriori informazioni rivolgendosi – dalle 9.00 alle 12.00 da lunedì a venerdì – all’Area Distrettuale di Saronno ASST – Valle Olona numeri telefonici 02/9606553-02/9607423, oppure al Dipartimento di Igiene e Prevenzione sanitaria di ATS Insubria n. verde 800769622.

La Tubercolosi

La tubercolosi polmonare è una malattia infettiva provocata dal Mycobacterium tubercolosis. La probabilità di venire infettati da una persona affetta da una forma contagiosa dipende fortemente dalla quantità di bacilli trasmessi dal paziente attraverso l’emissione di goccioline della tosse oltre che dal tipo di contatto: vicinanza, tempo trascorso con il soggetto malato, volume dell’ambiente confinato condiviso. Inoltre il rischio di contagio è sensibilmente condizionato dalle caratteristiche individuali delle persone esposte al possibile contagio (sono più a rischio i soggetti fragili per altre patologie concomitanti). I sintomi più comuni sono rappresentati da tosse insistente, debolezza, perdita di peso e febbricola. È bene sottolineare che non tutte le forme d’infezione tubercolare sono caratterizzate da contagiosità. Quando la malattia si presenta in una collettività, come quella scolastica, sono previsti controlli preventivi sui contatti stretti (compagni di classe) tramite un test chiamato test di Mantoux per individuare in fase precoce l’eventuale infezione perprevenire con opportune terapie preventive l’evoluzione in malattia conclamata.

 

Anna  Botter