Si apre nel segno della memoria la 29esima edizione del Noir in Festival in programma a Como e Milano dal 6 al 12 dicembre con la direzione di Giorgio Gosetti, Marina Fabbri e Gianni Canova.

Noir in Festival 2019 nel segno della memoria

Il festival ricorda gli 80 anni di Batman, cavaliere nero nato dalla graphic novel e diventato icona cinematografica, grazie al tratto di Lorenzo De Felici che firma l’immagine dell’anno e poi svela i segreti di un classico anomalo del genere come The Third Man di Carol Reed con Joseph Cotten, Alida Valli e Orson Welles che 70 anni fa vinceva il Grand Prix al Festival di Cannes. Sono due estremi del genere, da un lato il fantasy, dall’altro la scena storica tra spionaggio, corruzione e guerra fredda che indicano bene come il campo d’azione del genere debba essere guardato con occhi diversi, nell’ottica dell’ibridazione e del rinnovamento.

“A quest’idea – dicono Fabbri e Gosetti – si ispira tutto il programma dell’anno, costruito sulla doppia suggestione della tradizione e degli sconfinamenti, con un legame più forte di sempre tra cinema e letteratura, storia e cronaca, a cominciare dal vincitore del Raymond Chandler Award, Jonathan Lethem, nuova stella della letteratura post-moderna americana, premiato a Como la sera del 7 dicembre e poi protagonista di un incontro con i lettori domenica 8 dicembre a Milano”.

Il programma a Villa Olmo

La parte comasca del Festival sarà ospitata nella meravigliosa cornice di Villa Olmo il 6 e 7 dicembre. L’edizione parte con una grande anteprima (venerdì 6 e sabato 7 alle 15) della nuova serie svedese “Stokholm Requiem”, tratta dai romanzi di Kristina Ohlsson che andrà in onda su LaF a gennaio. Alle 16 del 6 dicembre appuntamento con Adrian Wootton e Angela Allen che presentano una grande classico, il film del 1949  “The Thrid Man” di Carol Reed. Il pomeriggio si conclude con la presentazione di due libri: alle 18 Vittorio Nessi racconta “Gli illegali” di Piernicola Silvis mentre alle 19 Sebastiano Triulzi svela i segreti dei volumi della serie “Intrigo”: “Morte di uno scrittore e “La nemica del cuore”, per la prima volta in Italia.

Leggi anche:  Elezioni rsu nelle ex Ipab: Cgil primo sindacato

Sabato 7 dicembre evento speciale con la proiezione alle 16 di “Intrigo: Death of an author” di Daniel Alfredson. Introducono il film Daniel Alfredson e Håkan Nesser che ha scritto il romanzo da cui è tratto. A seguire alle 18 John Vignola presenta il libro “La notte rosa” di Gino Vignali mentre alle 19 lo stesso introduce “Quasi per caso” di Giancarlo De Cataldo.

Alle 21 la dimora comasca ospita invece la consegna del Chandler Award 2019 a Jonathan Lethem. La giornata si chiude alle 22 con la proiezione di “Intrigo: Samaria”: introducono il film Daniel Alfredson e l’autore Håkan Nesser.

Molti gli appuntamenti milanesi che si svolgeranno invece in diverse sedi in città. Il programma completo è consultabile sul sito noirfest.com.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU