Il sottosegretario all’Interno, Nicola Molteni, lunedì sera ha incontrato il territorio. Lo ha fatto a Carugo, davanti a una sala comunale gremita, parlando di sicurezza. Dalla certezza della pena, al contrasto alla criminalità organizzata e all’immigrazione illegale, passando per i finanziamenti alla videosorveglianza, la riforma delle Polizie locali e la necessità di arginare la piaga dei furti, tramite la militarizzazione dei Comuni e la collaborazione con i cittadini.

Un furto in casa al giorno. Molteni: “La difesa è legittima” VIDEO

Con lui il deputato leghista Eugenio Zoffili, il consigliere regionale Fabrizio Turba e Mauro Redaelli, ex consigliere comunale a Carugo e papabile prossimo candidato sindaco in città per il Carroccio.

Molteni ha presentato il decreto Salvini sulla sicurezza e ha parlato soprattutto di legittima difesa. Diverse anche le domande dal pubblico e la richiesta di formare un comitato sicurezza cittadino.

Ecco alcuni stralci del suo intervento.

Allarme azioni predatorie in abitazione

“La legge sulla legittima difesa non è l’invito ai cittadini ad armarsi, vogliamo che un cittadino onesto e perbene abbia il sacrosanto diritto quando è in casa sua, quando è aggredito o minacciato, di difendersi e di reagire per difendere il bene della sua vita e di quella della sua famiglia”.

La lotta alla criminalità organizzata

“E’ presente anche in zone ricche come le nostre. L’attenzione della politica e delle istituzioni del territorio deve rimanere alta. Il contrasto alla criminalità organizzata si fa non solo con gli arresti e le operazioni di Polizia, ma anche sottraendo al mafioso il bene frutto della sua attività illecita”.

Finanziamenti per la videosorveglianza

“Abbiamo messo novanta milioni di euro in quattro anni, tre volte rispetto al Governo precedente nello stesso decreto, per la videosorveglianza. Il grosso problema è che hanno presentato richiesta di finanziamento per questo progetto di potenziamento degli impianti in 50mila e 500 Comuni, tra cui molti della Provincia di Como, e ne hanno beneficiato in 428”.

Leggi anche:  Sceriffi pagati dal Comune per sorvegliare edifici pubblici, scuole e parchi

Implementare le Forze dell’ordine

“La gente è sfiduciata da un cattivo controllo del territorio e dal sistema sicurezza in generale. Ma non è così.
Il  nostro territorio ha bisogno di una sorta di militarizzazione, per creare le condizioni di sicurezza, implementando gli organici delle nostre Forze dell’ordine. E così abbiamo fatto, aumentando gli organici ad esempio della Caserma dei Carabinieri di Cantù e  della Tenenza di Mariano Comense”.

I primi sei mesi di Governo

“Abbiamo stretto un contratto di Governo dove in sei mesi siamo riusciti a portare a casa il decreto Salvini che comprende tre decreti che trattano i temi del contrasto all’immigrazione illegale, della riforma delle Polizie locali e della legittima difesa. Mi prendo oggi qui l’impegno di portare avanti la riforma delle Polizie locali che sono l’ossatura del nostro sistema sicurezza”.

L’intervento del deputato Zoffili: “Ogni giorno un furto”

Ha raccontato la situazione dell’erbese, testimoniando la presenza di Forze dell’ordine sul territorio. ” Ogni giorno i giornali denunciano un furto, stasera venendo qui mi sono imbattuto in pattuglie che monitoravano il territorio. Una percezione di sicurezza importante”.

Laura Mosca