L’11 marzo il vicesindaco Alessandra Locatelli insieme al dirigente dei Servizi sociali Giuseppe Ragadali ha incontrato i rappresentanti della Caritas per il quarto incontro di perfezionamento e valutazione del progetto per la creazione di una casa-multiservizio a Rebbio, in via Giussani.

Una nuova struttura a sostegno dei minori a Rebbio

Fin dal primo incontro Caritas ha esposto un progetto mirato ai minori con l’intenzione di collaborare con i Servizi sociali, andando incontro alle esigenze del territorio e ai bisogni rilevati dalle assistenti sociali che se ne occupano.

“Ringraziamo Caritas per la fattiva collaborazione e per aver presentato un progetto flessibile e indirizzato a servizi necessari – commenta Alessandra Locatelli – che sul nostro territorio intendiamo potenziare e sostenere. La presenza di una struttura per l’accoglienza di bambini da 0 a 6 anni e mamme con bambino risponde precisamente ad alcune delle nostre priorità. Negli ultimi anni ci siamo trovati a fronteggiare situazioni di emergenza che hanno obbligato i servizi Sociali a sacrifici economici e di trasferimento rispetto alle risorse economiche e umane a disposizione. Ci auguriamo che questo e altri progetti possano essere un buon punto di incontro e collaborazione reciproca”.

La struttura sarà composta da tre piani e da un seminterrato, e ospiterà i seguenti servizi:

Leggi anche:  Novedratese chiusa Orsenigo: "Serve audizione in Commissione Trasporti"

– Comunità per minori di età compresa tra 0 e 6 anni
– Comunità di mamme con bambino
– Accoglienza di pronto intervento per minori che il comune deve alloggiare in via urgente
– Appartamenti per l’avvicinamento all’autonomia

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU