A Como arrivano le scuole con i migliori progetti sul tema della sensibilizzazione sulla racconta differenziata di pile e accumulatori portati. La città di Alessandro Volta è stata infatti scelta per le finali del concorso “Una pila alla Volta”.

Una pila alla Volta: le finali a Como

Stamattina in Sala Stemmi è stato presentato il concorso nazionale per ragazzi dai 10 ai 14 anni “Una pila alla Volta”, iniziativa di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata di pile e accumulatori portatili promossa dal CDCNPA e patrocinata dal Ministero dell’Ambiente. Durante l’inverno sono stati coinvolti nelle sfide ragazzi da tutte le regioni italiane, e le dieci migliori scuole a partire dalle 15 di oggi si contenderanno il titolo di vincitore.

Nel pomeriggio al Tempio Voltiano le 10 squadre finaliste, provenienti da diverse regioni italiane (Veneto, Lombardia, Abruzzo, Molise, Sardegna, Lazio, Sicilia), si daranno battaglia tra quiz e esperimenti. Non mancheranno neppure attori travestiti da Alessandro Volta. I vincitori saranno poi premiati dal presidente del CDCNPA Giulio Rentocchini e dall’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Como, Marco Galli.

Il rapporto sul riciclo

L’incontro di questa mattina presso il Comune di Como è stato anche l’occasione per fare il punto sulla situazione del riciclo delle pile. Presenti come detto Giulio Rentocchini, Marco Galli, e il segretario generale del CDCNPA, Luca Tepsich. E’ stata infatti presentata la quarta edizione del Rapporto Annuale sul tema.

Il risultato è positivo perché la raccolta di pile e accumulatori esausti in Italia ha continuato a crescere anche nel 2017. In un anno
sono state circa 190mila le tonnellate raccolte di questa particolare tipologia di rifiuti. La maggior parte delle batterie raccolte è rappresentata dagli accumulatori industriali e per veicoli di cui sono state avviate al riciclo da parte dei sistemi aderenti al CDCNPA quasi 180mila tonnellate, con un incremento di circa il 12% rispetto al 2016.

Leggi anche:  Non solo cani: pesci rossi abbandonati ad agosto, serve un acquario pubblico

Più stabile invece la raccolta di pile e accumulatori portatili di cui sono state avviate al riciclo circa 9.500 le tonnellate. È in crescita inoltre il numero di punti di raccolta che ad oggi risultano essere più di 6700, contro i 5mila dell’anno precedente. A questi poi si affiancano migliaia di contenitori che le aziende di gestione rifiuti urbani e comuni gestiscono in maniera autonoma, contando sui ritiri coordinati dal CDCNPA.

I risultati in Lombardia e a Como

Per quanto riguarda le pile e gli accumulatori portatili, la Lombardia si conferma la regione più virtuosa d’Italia, con 2.060.435 kg raccolti nel 2017 e un incremento di quasi il 18% rispetto al 2016. I luoghi di raccolta presenti sul territorio sono 1.339 di cui 396 allestiti dai Comuni, 890 presso gli esercizi commerciali e il restante presso altre tipologie di aziende. Il territorio della Provincia di Como contribuisce a questo importante risultato con una raccolta pari a 27.017 kg effettuata negli 83 luoghi di raccolta presenti nella zona.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU