Un video che rappresenta il capo di Governo Giuseppe Conte con un virgolettato supposto: «Noi lavoreremo per poter offrire a migliaia di giovani africani il lavoro, con mutuo beneficio, e così andremo a risolvere concretamente il problema dell’immigrazione, non con lo slogan ‘porto chiuso’…» è stato diffuso da Alessio Colzani, ex membro dello staff del Presidente della Lombardia Attilio Fontana. Colzani, leghista della prima ora, nato a Lecco e legato al territorio a cavallo tra le province di Lecco e Como (attualmente delegato del Comune di Pusiano presso l’assemblea del Parco Valle Lambro) è ora nella bufera.

Il video incriminato

In allegato al video, queste le parole di Colzani scritte sulla sua pagina Facebook lunedì 14 ottobre 2019.

“‼️ FOLLIA CONTE!! “NO PORTI CHIUSI, LAVORO AGLI AFRICANI”. FAI GIRARE!Il premier abusivo ‘Giuseppi Conte’ a Napoli, alla festa del Movimento 5 Stelle, tra le ovazioni dei militanti grillini: “Noi lavoreremo per poter offrire a migliaia di giovani africani il lavoro, con mutuo beneficio, e così andremo a risolvere concretamente il problema dell’immigrazione, non con lo slogan ‘porto chiuso’…”. Insomma, porti aperti e lavoro prima ai clandestini, prima agli immigrati, e chi se ne frega degli italiani.N.B. – Si tratta esattamente dello stesso Conte che, prima di svendersi a Bruxelles per le poltrone insieme a tutto il Movimento 5 stelle, affermava la necessità di chiudere i porti e firmava, insieme all’allora suo vice Matteo Salvini, i Decreti Sicurezza…?? #IoStoConSalvini #PortiChiusi #PrimaGliItaliani”.

Video fake sul premier Conte

Il video è stato “sdoganato” da Open Online, il giornale fondato da Enrico Mentana, è stato usato “fuori contesto e in maniera fuorviante” secondo Raffaele Erba, consigliere regionale del M5S Lombardia. Il premier infatti parlava del “Progetto Africa”, un’operazione che coinvolge Eni, Bonifiche Ferraresi e Coldiretti.

Raffaele Erba: “Disinformazione e manipolazione”

“In questo caso la sua azione di manipolazione della realtà è stata addirittura ripresa da testate nazionali. La Lega preferisce falsità e distorsioni a un coerente confronto sulla realtà e sui dati. Qua non siamo nemmeno alla propaganda, è falsa informazione, la più becera tra le patologie del dibattito e del confronto politico e pubblico”.

Leggi anche:  Voragine in viale Geno: manutenzioni sospese a causa dalla pioggia

La replica di Colzani

“Ho pubblicato sulla mia pagina Facebook un estratto di un discorso del presidente Conte, senza inventarmi nulla, e non sono certo l’unico ad aver postato questo video che io stesso ho recuperato in rete e ripubblicato”.

“Al contrario di quanto affermato nell’articolo non faccio ormai più parte da oltre un mese dello staff del presidente Fontana, anche se ammetto la colpa di non aver ancora aggiornato quella sezione della mia pagina Facebook”.

Così l’interessato in una nota inviata a Netweek.

Chi è Alessio Colzani

“Nato nel 1976 a Lecco, allora provincia di Como, ho fin da piccolo imparato ad amare e rispettare la nostra terra, la nostra gente, le nostre tradizioni” scrive di sè stesso . “Mi sono avvicinato alla politica negli anni di quelle che allora si chiamavano scuole medie, tramite il periodico “Lombardia autonomista” e alcune trasmissioni tv, arrivando a fare la prima tessera della Lega all’inizio degli anni ’90. Pochi anni dopo ho ottenuto la militanza, attraverso un’attività di supporto del Movimento che non è mai venuta meno nel corso degli anni ma si è arricchita, unendo ai gazebo, ai volantinaggi, agli attacchinaggi, alle feste le prime realizzazioni grafiche, poi con l’avvento dei nuovi canali di comunicazione ho cercato in primo luogo di informare, diffondendo soprattutto quelle notizie che spesso venivano e vengono tuttora nascoste. Diplomato in programmazione dopo la maturità scientifica, ho svolto diversi lavori sia nel pubblico che nel privato. Da una ventina d’anni amministratore comunale a Pusiano, sia nelle vesti di consigliere che di assessore, ho rivestito anche il ruolo di assessore all’agricoltura presso la Comunità Montana del Triangolo Lariano e sono attualmente delegato del Comune di Pusiano presso l’assemblea del Parco Valle Lambro. Dopo aver collaborato in passato con diversi livelli istituzionali (dal Comune di Erba alla Regione Lombardia, da Camera e Senato al Parlamento Europeo), faccio attualmente parte del team comunicazione del governatore lombardo Attilio Fontana”.

Così, l’autopresentazione (evidentemente non aggiornata).