Sei borse di studio sono state assegnate in occasione della cena di gala “Volo in Rosa” a Volandia ad altrettante giovani aspiranti pilota.

Volo in Rosa

Venerdì 11 ottobre a Volandia, Parco e Museo del Volo di Somma Lombardo, si è tenuta la tradizionale cena di gala “Volo in rosa”, giunta alla seconda edizione. E’ stata l’occasione, come il titolo dell’evento fa già sottintendere, per porre particolare attenzione al mondo femminile che si avvicina alla professione di pilota. Sono stati infatti raccolti i fondi, 20mila euro in totale, destinati alla promozione del mondo femminile nel settore dell’aeronautica.

A ricevere la borsa di studio sono state Elena Chignola, 27 enne di Verona, aspirante pilota Cargo; Amera Khadir, 25 anni, nata a Mogadiscio ma cresciuta a Casale Monferrato, già perito aeronautico; Alice Marocco, 30 enne di Cantello, ingegnere aerospaziale, in tasca il brevetto di pilota privato e il brevetto di paracadutista. Elena Padurean, 20 enne rumena di Carimate, il sogno del volo fin da bambina; Nicoletta Rombi, 35 enne di Lonate Pozzolo, assistente di volo con l’obiettivo di pilotare gli aerei sui cui vola ogni giorno e Giulia Stevan, 20 anni di Sesto San Giovanni, sogna fin da piccola di essere nella cabina di pilotaggio ai comandi di un aereo.

Leggi anche:  Voragine in via Carso, ispezioni dell'azienda. Il Codacons diffida il Comune

Durante la serata è stato inaugurato anche il nuovo percorso museale dedicato al trasporto aereo di merci e passeggeri. Alla serata hanno partecipato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, l’assessore regionale Silvia Piani, Armando Brunini, amministratore delegato di Sea, Marco Reguzzoni, presidente di Volandia, il generale Silvano Frigerio, comandante della prima Regione Aerea Aeronautica Militare e il comandante delle Frecce Tricolori, maggiore Gaetano Farina.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU