Violenza sessuale di gruppo. L’episodio è avvenuto il 14 luglio del 2018.

Violenza sessuale di gruppo: 5 giovani arrestati

I Carabinieri di Como guidati dal Maggiore Francesco Donvito in mattinata hanno arrestato cinque giovani. Si tratta di tre maggiorenni, due ragazzi albanesi classe 1999 e un marocchino classe 2000, e di due minorenni (un ragazzo albanese, un marocchino). Nel luglio del 2018 uno dei ragazzi maggiorenni ha invitato nella sua casa, nel canturino, gli amici e quattro ragazze, tutte italiane. I ragazzi hanno iniziato a bere alcolici e fumare marijuana, offrendola anche alle giovani che però hanno rifiutato. Dopo aver ricevuto un secco “no”, i cinque hanno chiuso le ragazze in casa in modo da non farle uscire.

Quindi hanno indirizzato le loro malsane attenzioni nei confronti di una delle ragazze; hanno iniziato a palpeggiarla pesantemente una delle giovani, solo 16 anni, con l’intenzione di avere rapporti sessuali. Al suo rifiuto l’hanno morsa in diverse parti del corpo, provocandole alcune lesioni. Per oltre 3 ore le quattro ragazze sono rimaste nell’appartamento e solo dopo aver supplicato i loro aguzzini sono state liberate. Un episodio che ha fortemente sconvolto le ragazze e in particolare la vittima dell’aggressione sessuale.

Leggi anche:  Auto bloccata nel passaggio a livello e travolta dal treno merci in Svizzera

A portare alla luce il terribile episodio i Carabinieri della Stazione di Rebbio che, ricevuta segnalazione di quanto accaduto, hanno indagato fino a portare alla Procura le prove dei reati. Da sottolineare la dinamica di branco di quanto accaduto. I cinque arrestati, sotto l’effetto dell’alcol e della droga, hanno agito come animali, accerchiando e braccando la preda per ottenere quanto volevano. Dopo il terribile episodio della baby gang di Como, viene alla luce un nuovo inquietante episodio che coinvolge famiglie normali del nostro territorio.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU