Un agente di Polizia penitenziaria è stato aggredito ieri pomeriggio, mercoledì 22 agosto, nel carcere Bassone.

Agente aggredito al Bassone

A riportare l’episodio è stato il sindacato Sinappe. L’agente sarebbe stato aggredito da due detenuti algerini mentre stava svolgendo il suo lavoro nel carcere di Como. In seguito è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna, dove è stato sottoposto all’esame Tac, per le gravi ferite riportate al volto e su parti del corpo

Dalla Lega: “Solidarietà all’agente”

“Esprimiamo massima solidarietà e vicinanza all’agente della polizia penitenziaria aggredito nel carcere di Como che ha riportato gravi ferite in seguito ad un barbaro pestaggio perpetrato da due detenuti algerini. L’ennesima vile aggressione a un agente di polizia scatenata ancora una volta da detenuti stranieri. Non possiamo più accettare la situazione in cui versano gli agenti di polizia penitenziaria che ogni giorno sono costretti ad operare in condizioni di totale mancanza di sicurezza. Proprio per questo, d’accordo con il Sottosegretario alla Giustizia con delega alla penitenziaria Jacopo Morrone, a settembre organizzeremo una visita per accelerare il ripristino di condizioni idonee di lavoro per tutto il personale del carcere del Bassone. Sono necessari interventi urgenti a partire dalla revisione della vigilanza dinamica, da nuove assunzioni e dalla stipula di accordi bilaterali per il trasferimento dei detenuti stranieri nelle carceri dei paesi di origine”. A parlare sono stati i parlamentari comaschi della Lega Nicola Molteni, Eugenio Zoffili, Alessandra Locatelli ed Erica Rivolta. 

Leggi anche:  Tragedia a Castiglione d'Intelvi: precipita lungo un canale e muore FOTO

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU