Aggredita un’assistente sociale del Comune di Olgiate Comasco: Polizia locale e Carabinieri sono intervenuti nelle case comunali di via Lucini.

Aggressione durante l’esecuzione di un decreto del Tribunale dei minori

Mattinata di tensione. Polizia locale intervenuta sul posto con quattro agenti, presente anche il comandante Mario Fioravanti. Impegnati per eseguire un decreto del Tribunale dei minori. Dalle 9.30 circa sino a mezzogiorno il tentativo di mediazione con una inquilina, mamma di minori oggetto del decreto del Tribunale. Una situazione delicatissima. Per questo, in un clima di tensione generale nel vicinato, il comandante ha chiesto il supporto di una pattuglia dei Carabinieri. Poi l’intesa raggiunta con la donna e quando sembrava che la situazione potesse rientrare, il fatto che ha spiazzato tutti. Mentre gli agenti e i Carabinieri scendevano dal primo piano dell’edificio di proprietà comunale, un uomo, inquilino dello stesso stabile, ha aggredito un’assistente sociale del Comune.

Assistente sociale colpita e caduta a terra

“Stiamo ricostruendo il fatto attraverso le necessarie testimonianze – spiega il comandante Mario Fioravanti – E’ stata una mattinata molto delicata, si è sempre mantenuta la calma, malgrado il contesto di agitazione. Si sentivano urla e insulti, non nei confronti delle Forze dell’ordine ma in generale, contro il sistema…”. Un chiaro riferimento a casi già accaduti e che richiamano proteste, tensioni e persino speculazioni legate alla vicenda degli affidi di Bibbiano. “Mentre scendevamo dal primo piano, abbiamo sentito altre grida – continua Fioravanti – L’assistente sociale era stata colpita, cadendo poi a terra nel cortile delle case comunali”. E’ stata soccorsa, portandola nell’ufficio Servizi sociali in Municipio. Poi il trasporto in ospedale con un’ambulanza della Croce rossa di Uggiate Trevano.

Leggi anche:  Da otto mesi si cerca Americo Aldrovandi minacciato in un video e poi sparito

Scatta la denuncia per aggressione a pubblico ufficiale

“Abbiamo identificato la persona che avrebbe colpito l’assistente sociale. Scatta la denuncia per aggressione a pubblico ufficiale. Dispiace per l’accaduto: una situazione davvero delicata, per la quale tutti siamo intervenuti con la massima attenzione, ascoltando le persone coinvolte”.