Aggredito alla fermata dell’autobus: obiettivo rubargli il portafoglio. E’ successo a Casnate con Bernate.

Aggredito alla fermata dell’autobus

Attimi di paura intorno alle 18 di ieri sera, 7 gennaio, a Casnate con Bernate. Un uomo di 41 infatti, poco dopo essere sceso alla fermata dell’autobus, è stato aggredito e picchiato fino a cadere a terra da tre stranieri che volevano rubargli il portafoglio. Poi si sono dileguati. Immediatamente l’uomo è riuscito ad allertare le forze dell’ordine che subito sono arrivate sul luogo dell’aggressione. Visionate le telecamere di sorveglianza del Comune, subito i Carabinieri si sono messi sulle tracce di uno dei tre aggressori che è stato rintracciato e fermato solo mezz’ora dopo. Si tratta di C.S.E., marocchino di 23 anni, non in regola con i documenti di soggiorno in Italia.

La vittima, al quale erano stati rubati circa 800 euro in contanti, è stata curata presso l’ospedale di Cantù per una frattura al braccio destro e altre contusioni. Ora è caccia aperta agli altri due autore dell’aggressione.

Leggi anche:  Tentata rapina alla stazione di Camerlata: una delle vittime aggredita con lo spray al peperoncino

Il sindaco: “Fondamentali le telecamere del Comune”

“Desidero ringraziare l’Arma dei Carabinieri, in particolare la Compagnia di Cantù e la stazione di Fino Mornasco per l’arresto immediato di un rapinatore – ha commentato il sindaco di Casnate con Bernate Fabio Bulgheroni – Non è la prima volta che il circuito di videosorveglianza formato da 26 telecamere, installate su tutto il territorio comunale già da tempo, è utile alle forze dell’ordine per arrestare un malvivente”.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU