Aggredito capotreno. E’ successo ieri, martedì 6 novembre, alla stazione di Cantù-Cermenate.

Aggredito capotreno a Cantù

Il capotreno era in servizio sul convoglio partito da Rho alle 17.43 in direzione Chiasso. E’ stato aggredito all’altezza della stazione Cantù-Cermenate intorno alle 19. Un uomo lo avrebbe colpito con dei pugni. Necessario l’intervento della Cri di Cantù che ha trasportato, in codice verde, il capotreno all’ospedale. Il treno è quindi stato soppresso. Sulla linea ferroviaria, verso la Svizzera ci sono stati diversi ritarti e cancellazioni.

Escalation di violenza

Non è la prima volta che si verificano questo tipo di episodi nel Comasco. A maggio un capotreno donna di 22 anni era stata presa a schiaffi da un 50enne. L’ aggressione era avvenuta su un convoglio partito da Milano Porta Garibaldi e diretto a Como San Giovanni. Sempre a maggio quattro ragazzi hanno attaccato un controllore che aveva la “colpa” di averli improverati perché tenevano aperte le porte del treno a Lambrugo per fumare. Ad aprile invece un cabiatese ha aggredito il capotreno con un coltello. Il mese scorso invece un’aggressione ai danni di due giovani passeggere. Questa volta però, fortunatamente c’è un lieto fine grazie al coraggio di un giovane cittadino straniero. Sì perché un giovane rom ha salvato tre studentesse molestate sul treno come riporta laMartesana.it.