Alpini in lutto per l’improvvisa scomparsa di Pietro Dassiè: un punto di riferimento per il gruppo di Olgiate Comasco e per la sezione di Como di cui era consigliere.

Alpini olgiatesi e comaschi colpiti da un dramma che lascia sgomenti

Dassiè aveva 50 anni, una presenza rigorosa e costante nel gruppo delle Penne nere di Olgiate Comasco. Sempre pronto a darsi da fare, in sede e nelle manifestazioni e cerimonie. Preciso nel dare il lá alle celebrazioni delle ricorrenze annuali, chiamando l’attenti e il riposo, introducendo gli interventi dei partecipanti. Straordinario nella dedizione alle varie iniziative, come il campo scuola per gli alunni. Sposato, papà, lavoratore stimato, con la famiglia risiedeva a Grandate. La scomparsa  risale alla scorsa giornata, domenica 26 maggio: Dassiè è stato colpito da un fatale malore mentre era impegnato in una passeggiata nella zona del Monte Generoso. Purtroppo è stato trovato ormai privo di vita.

Il commosso addio della sezione di Como

Oggi, appresa la notizia, gli amici della sezione di Como hanno reso omaggio a Dassiè con le parole della segreteria e, in particolare, del presidente. “Un’altra grave perdita. Il consigliere sezionale Pietro Dassiè è andato avanti, senza darci la possibilità di un ultimo saluto. Se ne è andato troppo giovane, con i suoi cinquant’anni appena compiuti. È un dolore grandissimo. Pietro era un uomo davvero speciale, per le sue qualità umane; il suo era vero amore per l’Associazione e la sua professionalità era preziosa. Sarà difficile dimenticare la sua gentilezza con tutti, la sua disponibilità, la sua simpatia e la bella amicizia che ci legava. Caro Pietro, vorrei tanto abbracciarti, ma non è più possibile”.