Arrestato latitante grazie ad una operazione della Polizia di Stato della Questura di Como.

Arrestato latitante: un lungo “curriculum” di reati

Nella mattinata di ieri la Polizia di Stato di Como ha arrestato P.G., classe 81, nato a Como ma residente a Cagno. Era infatti destinatario di un provvedimento di cattura emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Como. A suo carico c’è una pena di anni 6 e mesi 9 di reclusione, nonché una multa di 2800 euro.

A carico dell’arrestato c’è infatti una condanna per un cumulo di pene poiché è stato riconosciuto colpevole di diversi reati. Tra questi un furto aggravato nel 2001, spaccio di stupefacenti nel 2004, danneggiamento a seguito di incendio nel 2006 e di nuovo un furto aggravato nel 2009.

In quest’ultima circostanza si era impossessato di un ciclomotore e successivamente aveva utilizzato il bancomat trovato all’interno del sedile. Inoltre ad arricchire il suo “curriculum” ci sono una serie di precedenti penali per reati contro il patrimonio e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Leggi anche:  Dimissioni clamorose del direttivo della Polisportiva Intercomunale

L’operazione della Polizia

Non è stato facile per gli agenti di Polizia fermare il soggetto. Gli incaricati avevano infatti accertato che l’uomo non si trovava nella sua abitazione di Cagno, quindi le ricerche si erano protratte per tutta la giornata di martedì scorso senza ottenere alcun esito.

Tuttavia gli investigatori all’alba di ieri, mercoledì 11 aprile, si sono appostati di fronte all’abitazione del soggetto e, dopo aver percepito da alcuni segnali che qualcuno era presente nell’appartamento, hanno fatto irruzione.  In questo modo sono riusciti da arrestarlo e ad assicurarlo alla giustizia.L’uomo è stato quindi portato a scontare la sua pena al carcere del Bassone.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU