Cadavere trovato in un bosco, nella zona di Scimée, a Montano Lucnino: potrebbe trattarsi della salma di Paolo Rio, scomparso all’inizio di settembre dopo aver lasciato l’ospedale.

Cadavere recuperato, sul posto Vigili del fuoco e Carabinieri

Intervento in mattinata, domenica 22 settembre, a Montano Lucino da parte dei Vigili del fuoco di Como per recuperare la salma di un uomo rinvenuta all’interno di una zona boschiva. In corso gli accertamenti ma l’ipotesi più plausibile è che possa trattarsi proprio di Paolo Rio. L’uomo, 48 anni, residente a Solzago, Comune di Tavernerio, era scomparso i primi giorni di settembre. Dopo essere stato portato in ambulanza al Pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna in seguito a un malore, il mattino successivo aveva firmato le proprie dimissioni, quindi facendo perdere le sue tracce.