Cane sventa il furto, secondo episodio a Olgiate Comasco: nelle ultime settimane abitazioni prese di mira dai ladri.

Cane mette in fuga i ladri nella notte

Settimana scorsa, in via Papa Giovanni XXIII, la prontezza di riflessi di un pastore tedesco aveva fatto saltare i piani di una banda di ladri. Avvertiti rumori nel cuore della notte, il cane aveva abbaiato a più non posso, grattando insistentemente sulla porta d’ingresso. A quel punto i proprietari si erano svegliati di soprassalto, accorgendosi che i delinquenti avevano tentato di entrare nell’abitazione. Stessa scena la scorsa notte, come dettaglia il Controllo di vicinato, che a Olgiate Comasco schiera circa 800 cittadini-sentinelle. Alle 3, infatti, tentato furto in via San Giovanni Bosco: i topi d’appartamento hanno bucato un serramento ma il loro tentativo di accedere all’abitazione è stato vanificato dal cane presente nella proprietà. Quindi, la segnalazione ai Carabinieri, prontamente arrivati nella zona.

Furto due ore più tardi in via Trieste

Purtroppo, nella stessa nottata, i ladri hanno cambiato obiettivo, riuscendo a colpire in un edificio in viale Trieste. In azione alle 5 circa, stessa modalità dell’incursione non riuscita un paio d’ore prima. Questa volta, però, i malviventi hanno rubato argenteria e circa 600 euro.

Leggi anche:  "Olgiatestate" prosegue con nuovi appuntamenti

L’appello del Controllo di vicinato

I volontari attivi nel Cdv insistono nel divulgare raccomandazioni basilari: contattare immediatamente il 112, per segnalare movimenti sospetti, chiudere bene imposte, finestre, porte e garage e inserire sempre l’antifurto. E per chi ne fosse sprovvisto, l’ulteriore suggerimento: proteggere la propria abitazione con un sistema tecnologicamente efficace.