Cani abbandonati a Turate: il gruppo “Centopercentoanimalisti” è intervenuto nel tardo pomeriggio nella zona industriale per protestare contro due cani rinchiusi in una gabbia in un terreno in disuso.

Cani abbandonati: la denuncia degli animalisti

“Un cittadino ci ha segnalato due cani che si trovano abbandonati in un vecchio terreno con capannone in disuso nella zona industriale. L’abbandono di animali, oltre ad essere un reato, è un atto indegno e immorale. Soprattutto i cani, che sono legati strettamente al “loro” umano, anche quando questi li maltratta. I due cani non mostrano segni di sofferenza fisica, per ora, anche se il terreno del capannone è pieno di immondizie. Ma è maltrattamento anche far vivere animali in condizioni diverse dalle loro caratteristiche etologiche. E un cane, animale sociale per eccellenza, ha bisogno di compagnia e attenzioni”, commentano gli animalisti.

Cani abbondati: l’appello al sindaco

“Ci rivolgiamo al sindaco di Turate, come responsabile del benessere animale, perché intervenga; e ci rivolgiamo ai “proprietari” dai cani: se non potete tenerli in maniera diversa, siate disponibili a farli adottare da altri. Centopercentoanimalisti si impegna a collaborare alla ricerca di una famiglia per i due pelosi. I nostri militanti nel tardo pomeriggio sono andati a monitorare la situazione ed hanno affisso un manifesto molto chiaro sulla recinzione dove si trovano i due cani, nella speranza che qualcuno si faccia vivo. Ovviamente delle persone trovate sul posto a cui sono state chieste informazioni, nessuno sapeva a chi è intestato il terreno”,  concludono.

Leggi anche:  Posteggio disabili bloccato, protesta in via Milano

TORNA ALLA HOME E LEGGI ALTRE NOTIZIE